A MONTE CARLO AVANZANO CECCHINATO E FOGNINI

Due acuti oggi sui campi del Masters 1000 di Monte Carlo, e sono azzurri. Il primo porta la firma del palermitano Marco Cecchinato che dopo essersi qualificato nel tabellone principale del torneo del Principato ha superato per la prima volta in carriera un primo turno in un Masters 1000. Lo ha fatto battendo 6-3 6-2 il bosniaco Damir Dzumhur. Ora trova il canadese Milos Raonic.
Il secondo quella di Fabio Fognini che ha sconfitto 6-4 7-5 il bielorusso Ilya Ivashka. Primo set condotto senza affanni dal tennista ligure, secondo con un momento di black out (2-5) al quale è seguita una serie di game conquistati dall’azzurro dall’alto della classe infinita che lo contraddistingue. Passanti stretti, discese a rete e volèe stoppate. Insomma repertorio per e di pochi. Domani Fognini troverà il tedesco Struff che oggi ha piegato nettamente il giapponese Sugita (6-3 6-2).

GLI ALTRI
Il francese di talento ma dall’inconstante rendimento, Benoit Paire, si è arreso in tre set allo spagnolo Feliciano Lopez (5-7 7-6 6-4); film analogo, con vittoria in rimonta, per l’altro iberico Fernando Verdasco su Cuevas (5-7 7-6 6-1); il russo Rublev ha provato a fare lo sgambetto a Thiem, testa di serie numero 5, e non c’è riuscito per poco. L’austriaco si è infatti imposto per 5-7 7-5 7-5 ma ha dovuto dar fondo a tutte le proprie energie per venire a capo del confronto. Il derby francese tra Simon e Mannarino è andato al primo sullo score di 6-3 4-6 6-2.
Sorpresa di giornata quella arrivata con il successo in tre set di Mischca Zverev contro il semifinalista dello scorso anno, Pouille, maturata nel tie-break del set decisivo. Pouille era in vantaggio di un break nella terza frazione (4-2) ma si è lasciato riprendere e superare.

di Roberto Bertellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.