IL 40° UNDER 18 INTERNAZIONALE A SANTA CROCE E’ AMERICANO E CINESE

Lo statunitense Cannon Kingsley e la cinese Quinwen Zheng hanno chiuso in modo vincente la quarantesima edizione del Torneo ITF giovanile “Città di Santa Croce” Mauro Sabatini TFL, organizzato sui campi del Tennis Club Santa Croce sull’Arno (Pisa) e unico grado 1 ospitato in Italia oltre al Trofeo Bonfiglio.
Il programma è stato aperto dalla finale femminile di fronte ad un folto pubblico e ad un sole estivo, che ha fatto dimenticare freddo e pioggia patiti nei giorni precedenti. La sfida è stata una battaglia fisica e di nervi estenuante, con protagonista la regolarità estrema della polacca Rogozinska, un muro solidissimo privo di variazioni o accelerazioni. La ragnatela ha sortito i suoi effetti per un set, durato un’ora e venti minuti, in cui la cinese, decisamente più brillante dell’avversaria, non è riuscita a spezzare le trame della polacca e ad approfittare del vantaggio di 5-4. A partire dal secondo la Zheng ha capito di dover cambiare tattica e ha iniziato a essere più aggressiva: tanto è bastato per mandare in confusione la Rogozinska, andata ko dopo un eloquente striscia negativa di dodici games a tre.

A seguire sono scesi in campo gli uomini per l’atto conclusivo del tabellone di singolare maschile. I primi due set hanno confermato gli altri e bassi che hanno contraddistinto il cammino dei due giocatori fino al match decisivo: nel parziale d’apertura il turco Erel ha sfoggiato tutto il suo repertorio mancino di puro talento, nel secondo lo statunitense ha avuto la pazienza di alzare il ritmo da fondocampo e sfruttare la maggiore discontinuità dell’avversario. Decisivo il parziale decisivo, quando Cannon Kingsley ha alzato l’asticella al servizio e ha realizzato il break fondamentale sul 3-2.
Curiosità finale, le quattro nazioni scese in campo in finale rappresentano un inedito per gli Internazionali santacrocesi: nessuna di esse aveva mai trionfato al Cerri nelle trentanove edizioni precedenti, neppure le due superpotenze Cina e Stati Uniti che mai in quattro decadi avevano visto prevalere un loro atleta.

“Sono stati otto giorni speciali ma faticosissimi” – ha concluso la cerimonia di premiazione il direttore del torneo Simone Martini -: “fino a giovedì la pioggia non ci ha mai dato tregua, e devo ringraziare i circoli limitrofi che hanno messo a disposizione i loro campi indoor e ci hanno permesso di terminare la manifestazione senza ritardi. Un grazie anche allo staff che giorno e notte ha lavorato per far sì che tutto funzionasse perfettamente: grazie a questi splendidi ragazzi il futuro degli Internazionali di Santa Croce è garantito…”.

FINALI
Singolare maschile: Kingsley (USA) b. Erel (TUR) 26 62 63
Singolare femminile: Zheng (CHI) b. Rogozinska Dzik (POL) 57 61 62

da Ufficio stampa torneo
In foto la cinese Zheng (foto Parri)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *