IL DERBY DEL FUTURO E’ DI SINNER AL TERMINE DI UN GRAN MATCH

La semifinale più attesa delle prequalificazioni BNL ha visto il successo al termine di 2 ore e 40 minuti di lotta di un claudicante (a causa delle vesciche generate dalle fatiche delle ultime settimane) Jannik Sinner ai danni di un ottimo Lorenzo Musetti (al match point nel secondo set, sul 5-4 servizio Sinner, ed ancora a due punti dal match nel tie-break del secondo set). Sinner a segno 6-7 7-6 6-3 con break decisivo nell’ottavo gioco della terza frazione. Tante soluzioni di classe da parte dei due, alternate come è logico che sia in quanto si tratta di due giocatori in forte e costante crescita, ad altrettanti errori. L’impressione è che Musetti possa osare di più (come fatto nell’ultimo game quando ha annullato tre palle match prima di capitolare alla quarta con due colpi di altissima fattura, vedi rovescio vincente alla Federer e diritto anomalo vincente, nonchè passante al corpo dell’altoatesino). Da parte sua Sinner ha accelerazioni di valore assoluto, con entrambi i fondamentali, ed enormi margini di miglioramento. Domani troverà Andrea Basso in finale. Il ligure ha fermato 7-5 7-6 Jacopo Berrettini. 
Filippo Baldi (vittorioso per il forfait di Raul Brancaccio) e Riccardo Balzerani si giocheranno domani un post per salire nelle qualificazioni del Masters 1000 romano. Sempre in attesa di sapere se Andreas Seppi entrerà direttamente in tabellone. In questo caso sia il vincitore che il finalista della sfida per la vittoria, che i due del testa a testa per il tabellone preliminare avranno wild card per i due tabelloni.

di redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *