GIULIA GATTO MONTICONE ORGOGLIO D’ITALIA

Ha perso Giulia Gatto Monticone ma ha spaventato una delle giocatrici più forti di sempre, Serena Williams, ottenendo al termine anche il riconoscimento di ottima lottatrice. L’ha fatto sul Centrale di Wimbledon, davanti al mondo sportivo e non solo tennistico, con un briciolo di commozione al termine perché il sogno era appena sfumato. Pacca sulla spalla di Serena, uscita dal match prima che potesse (come in altre occasioni) diventare un incubo. Nello scambio conclusivo c’era tutta la voglia della sette volte campionessa degli Championships di continuare ad inseguire il titolo, la gloria reiterata, l’eterno sportivo. Gatto Monticone e lei a rete, fraseggio quasi da “pittino”, giravolta in volo di Serena e punto del 7-5 ad evitare un pericoloso tie-break ed un eventuale allungamento del confronto. Nel primo set logica partenza ad handicap della torinese, mai così inserita in un contesto così importante. Dallo 0-5 Giulia Gatto Monticone è ripartita ed ha fatto match pari con la grande americana, servendo a dovere ed alzando anche i ritmi dello scambio. A 31 anni la sua nuova dimensione è sempre più realtà. Score finale per la Williams 6-2 7-5, solo applausi per l’azzurra, che aveva annullato alla rivale il primo match point sul 3-5 controbreccandola.
In giornata sono cadute due “nobili” dell’erba come Garbine Muguruza e Maria Sharapova. La prima per mano della semisconosciuta brasiliana Haddad Maia (6-4 6-4); la seconda ad opera della francese Parmentier, in tre set. Nessun problema per la numero 1 del mondo, Ashleigh Barty, a segno contro la cinese Zheng per 6-4 6-2. Buon esordio anche della tennista di casa, Johanna Konta (7-5 6-2 contro la rumena Bogdan). Bene anche Sloane Stephens, numero 9 del seeding, vincente contro la svizzera Bacsinszky (6-2 6-4). Kvitova autoritaria contro la tunisina Jabeur (6-4 6-2), Belinda Bencic contro la russa Pavlyuchenkova (6-2 6-3). Barbora Strycova ha eliminato l’ucraina Tsurenko, testa di serie numero 32, la belga Van Uytvanck l’ex numero 1 del mondo, la russa Kuznetsova in tre frazioni. Mertens, Townsend, Kanepi, JuvanWang e Flink le altre promosse di giornata al 2° turno. Eliminata la sempre meno efficace Bouchard, per 8-6 al terzo dalla Zidansek. Promossa al turno numero due della rassegna anche la campionessa in carica Angelique Kerber.

di redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *