WIMBLEDON E ‘ DI DJOKOVIC, ANCHE SE TUTTI VOLEVANO FOSSE DI FEDERER

Onore al campione, numero 1 del mondo e vincitore anche della scorsa edizione di Wimbledon, Novak Djokovic. Onore al battuto, Roger Federer, che ha avuto sul 8-7 del quinto set due match point e la possibilità di conquistare il 21° titolo Slam. Fallite le opportunità Novak si è riportato a condurre, con il servizio a disposizione, e tutto si è risolto per la prima volta nella storia di Wimbledon al tie-break sul 12-12. Djokovic avanti 3-1, poi 4-1, con tre match point sul 6-3. Il primo è stato quello utile, per il 16° Slam in carriera: “Vorrei dimenticare in fretta – ha detto Federer – ma sono contento della mia prestazione. Abbiamo offerto un gran gioco. Bravo Djokovic, che ha annullato le mie chance. Ora torno a fare il padre”.”Da bambino sognavo di diventare un giocatore e vincere questo torneo, il più bello del mondo – ha detto Djokovic -. Aver vinto oggi contro uno dei più forti di sempre è fantastico. Un’ispirazione per tutti noi, Roger. Anche io tornerò per un po’ a fare il padre”. Al termine più punti per Federer, titolo al serbo, numero 1 del mondo, sul 7-6 1-6 7-6 4-6 13-12 in 4 ore e 55 minuti.

di redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.