TENNIS IN LUTTO PER LA MORTE DI BEPPE MERLO

Due semifinali al Roland Garros, due finali a Roma e un poker di titoli italiani negli anni ’50. Il primo a giocare con il rovescio bimane e un’impugnatura atipica. Tutto questo e molto altro era Beppe Merlo, mancato a 91 anni e autentico genio del tennis italiano. Un tennista molto amato dalle folle del periodo ’50-60′ anche se meno elegante di Pietrangeli e Sirola, e meno “cattivo” di Gardini. E’ stato antesignano di molte situazioni nel tennis, spesso protagonista delle vignette di Slawitz sul Guerin Sportivo.

di redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *