A CINCINNATI TERMINATA L’AVVENTURA DEGLI ITALIANI, DOPO IL KO DI SONEGO E IL FORFAIT DI FOGNINI

Il cielo non è più azzurro sopra Cincinnati. La giornata di ieri (e la notte italiana) ha infatti cancellato dal quadro maschile (4 gli aventi diritto in totale) e femminile (solo la Giorgi al via) tutti gli italiani. Dopo Cecchinato, in prima giornata, ieri sono caduti Matteo Berrettini e Lorenzo Sonego. Il torinese ha giocato un buon match contro il ritrovato Kyrgios (che dice di aver cambiato qualcosa nel suo approccio al tennis anche se vuole ancora divertirsi in campo) ma è uscito sconfitto per 7-5 6-4. Determinanti i break subiti all’11° gioco del primo set e nel terzo del secondo. L’allievo di Gipo Arbino non è mai riuscito a leggere il servizio dell’australiano e solo una volta è salito sul 40-40 nel set iniziale.
Ieri sera è arrivato anche il forfait del quarto azzurro in tabellone, Fabio Fognini, numero 10 del ranking mondiale e decima testa di serie, reduce dai quarti di finale a Montreal dove ha messo paura a Rafa Nadal. Il 32enne di Arma di Taggia, che aveva pescato al primo turno il Next Gen canadese Denis Shapovalov, numero 34 Atp, ha scelto di fermarsi per dare un po’ di riposo alla caviglia destra (che gli sta dando problemi da diversi mesi) in vista degli Us Open. Al posto del ligure in tabellone il lucky loser portoghese Joao Sousa, numero 43 Atp.

di redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *