A BIELLA LORENZI, MAGER E GIANNESSI SALGONO NEI QUARTI

Tommy Robredo, vincente a Biella (foto Anna Miletti)

Erano cinque i giocatori italiani impegnati negli ottavi di finale del Thindown Challenger di Biella (46.600 euro) in corso sui campi di Via Liguria. A superare il turno sono stati in tre, ovvero Paolo Lorenzi, che ha vinto la sfida degli esperti contro l’argentino Carlos Berlocq per 6-4 6-3; Gianluca Mager, testa di serie numero 8, che ha stoppato la corsa del tedesco Peter Heller per 6-4 7-6, e Alessandro Giannessi, numero 7 del seeding, che ha fermato l’argentino Marco Trungelliti, noto per essere un “ammazza italiani” per 7-6 6-1. Sono invece usciti dalla contesa il giocatore di casa e finalista dello scorso anno, Stefano Napolitano, che ha subito il gioco del numero 2 del lotto, Jaume Munar e la non perfetta condizione fisica, cedendo 6-4 6-2, e Federico Gaio, stoppato 7-6 3-6 6-3 dal giapponese Taro Daniel. Bene l’argentino di origine italiane Andrea Collarini, giocatore in serie A2 a squadre della Canottieri Casale, che ha superato in tre frazioni Mario Vilella Martinez (6-7 6-4 6-2) e l’esperto Tommy Robredo, che ha estromesso dai giochi il numero 3 Andrej Martin, con lo score di 7-6 3-6 6-3. La Spagna sorride anche per le imprese del suo giovane e prima testa di serie a Biella Alejandro Davidovic Fokina che ha lasciato le briciole al francese Benchetrit (6-2 6-2).

di redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *