AL VILLAFORTE TENNIS GLI OPEN DI OTTOBRE SONO DI LEO E FANTOLINO

Si è chiusa domenica 27 ottobre sui campi coperti e in terra rossa del Villaforte Tennis, realtà sempre più importante e in crescita della provincia di Alessandria, la seconda rassegna Open nella storia del circolo. In campo femminile la vittoria è andata a Marianna Leo, 3.1 tesserata per il TC Borgo Trebbia di Piacenza, ma con un passato da seconda categoria. La classe 1983 ha superato senza affanni i diversi step del torneo, confermandosi di caratura superiore anche in finale, match nel quale ha piegato con un doppio 6-1 la 3.2 della Canottieri Casale, Caterina Caprioglio, classe 1999. In semifinale la Leo si era imposta con un doppio 6-2 sulla 2003 (under 16) del TC Bonacossa di Milano, Pedrita Mussi (attualmente 3.3), mentre la Caprioglio si era “sbarazzata” al tie-break del set decisivo e al termine di una gran lotta (4-6 6-1 7-6) della 3.4 del TC Alessandria, Stefania Arata.
Importante la partecipazione, sia numerica che qualitativa (90 iscritti e 15 seconda categoria) nell’Open maschile, con tanti giovani protagonisti, provenienti anche da fuori regione. Ad imporsi al termine è stato il torinese del DLF Torino Mattia Fantolino, classe 2001 e 2.5, che ha stoppato nell’ultimo atto l’alessandrino Giacomo Crisostomo, under 16 del DLF Alessandria, cresciuto con l’attuale direttore tecnico della scuola del Villaforte Tennis, Roberto Marchegiani. Gioco simile, quello dei due finalisti, con la differenza arrivata dalla maggior potenza di Fantolino figlia della già quasi compiuta crescita muscolare e fissata sullo score finale di 6-2 6-4: “Un match nel quale molti scambi – ha precisato il direttore del centro Roberto Santangeletta – sono vissuti sull’equilibrio rotto proprio dalla prepotenza fisica di Fantolino. Nel complesso un torneo di buon livello nel quale si sono viste delle belle individualità anche in prospettiva. Fantolino in semifinale si era imposto sul 2.4 del TC Lombardo Tommaso Romeo, seconda testa di serie e classe 1998, per 5-7 6-2 6-1, mentre Crisostomo aveva bloccato la corsa di Carassai (3-6 6-2 6-1), che a sua volta aveva superato un po’ a sorpresa nei quarti la prima testa di serie, Lorenzo Reale, 2.4 della Canottieri Casale e classe 2001, per 7-6 7-5 in uno dei confronti più belli dell’intera settimana”. Crisostomo era stato abile anche nei quarti, sconfiggendo per 6-3 6-2 Luca Amelio, testa di serie numero 4 e tesserato per il TC Tavanzano di Milano. Buono nel complesso il bilancio organizzativo, con lo sguardo ora rivolto verso l’ultimo torneo stagionale: “Sarà – prosegue Roberto Santangeletta – un quarta categoria BNL e servirà per qualificarsi dalla fase provinciale a quella regionale del circuito che conduce poi i migliori a Roma, durante gli Internazionali BNL d’Italia. Una stagione dunque molto ricca quella del Villaforte Tennis che in poco tempo ha saputo conquistarsi le luci della ribalta grazie ad una pianificazione strutturale e strategica che ha nella famiglia Passalacqua il caposaldo in quanto a investimenti e passione. La strada è dunque tracciata e le prospettive, in ogni settore, sempre più importanti. Il 2020 sarà tutto da vivere in questo accogliente teatro del bello ubicato sulle colline e tra i vigneti di San Salvatore Monferrato.

di Roberto Bertellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *