LE DICHIARAZIONI DEGLI AZZURRI DOPO LO STOP CON IL CANADA

Matteo Berrettini (foto Kosmos Tennis)

Non nascondono il loro rammarico i giocatori azzurri per l’esito della sfida con i canadesi. “Peccato aver perso i due singolari, in entrambi i casi incontri tirati – le parole a caldo di Fabio Fognini al termine del doppio ai microfoni di SuperTennis – Però questo è un punto prezioso, che ci fa stare a galla e, dopo aver visto come andrà fra Canada e Stati Uniti, ci consente di giocarci tutto l’ultimo giorno”.
Mastica amaro anche Matteo Berrettini: “E’ sempre difficile digerire una sconfitta, specie quando difendi i colori del tuo Paese in Davis. Però non posso davvero rimproverarmi nulla, ho giocato un buon match, in cui ho avuto le mie chance, lottando sino all’ultima palla. E sono tornato in campo a testa alta anche in doppio, riuscendo a cogliere questa vittoria parziale che ci lascia ancora qualche speranza nel girone”.

Un concetto sottolineato anche da Corrado Barazzutti. “E’ importante aver vinto il doppio perché ci fa rimanere in gara per la qualificazione – sottolinea il capitano azzurro -. Peccato per come sono finiti i due singolari, equilibrati e duri, ma andati ai nostri avversari. Matteo ha lottato per tre ore cedendo veramente di un nonnulla. Questo risultato sicuramente ci va un po’ stretto, ma giochiamo su un campo duro, contro avversari che servono bene, per cui la partita si gioca solo su un paio di punti. Così va il tennis e bisogna accettarlo. Sotto 2-0 non era facile giocare bene il doppio, i ragazzi ci sono riusciti e quindi ora ricaricheremo le batterie per poi dare il massimo mercoledì contro gli Stati Uniti”.

dal sito www.federtennis.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *