GRANDISSIMA PROVA DI JULIAN OCLEPPO A BANGALORE. E’ IN SEMIFINALE. OK ANCHE TRAVAGLIA

Talento puro, da guidare verso l’espressione massima, che potrebbe essere ancora sconosciuta ai più. E’ l’enigma di Julian Ocleppo, figlio d’arte, classe 1997, protagonista sempre più fulgido questa settimana nel ricco Challenger indiano di Bangalore. Vittoria importante e pesante, anche per il modo con il quale l’ha ottenuta, quella conquistata in mattinata contro il bielorusso Ilya Ivashka, numero 152 del mondo e testa di serie numero 13. Prima frazione vinta al tie-break, seconda persa nella stessa sezione di set. Nella terza il giocatore piemontese è ripartito come se nulla fosse accaduto, ha giocato con grinta e determinazione, dimostrando grande crescita sotto tale e delicato aspetto, e ha centrato il break in chiusura di set, sigillando il confronto sul 7-6 6-7 6-4. Domani troverà sul proprio percorso il numero 4 del tabellone, l’australiano James Duckworth (96 Atp), che oggi e in rimonta ha superato Thomas Fabbiano (6-7 6-0 6-2). In campo e capace di cogliere le semifinali anche Stefano Travaglia, opposto allo slovacco Blaz Rola. A vincere in tre set è stato l’ascolano, che si è imposto 6-4 4-6 6-2. Troverà il francese Bonzi, che ha stoppato in tre frazioni il giapponese Sugita, numero 3 del draw. Intanto Julian Ocleppo ha già sgretolato il proprio best ranking (391 Atp) salendo al momento alla soglia dei migliori 300 (309).

di redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *