MILLMAN PESSIMISTA SU UNA RIAPERTURA DELLE OSTILITA’ DI CAMPO

Si sovrappongono le considerazioni degli esperti o presunti tali (troppi) nel dare tempistiche sull’emergenza Coronavirus. Non sono da meno i giocatori, attualmente al palo come tutti gli atleti al mondo (salvo rarissime eccezioni). L’australiano John Millman, interrogato in proposito dal quotidiano “The Age” si è detto pessimista sulla ripresa agonistica in tempi brevi, compreso Wimbledon: “Dobbiamo essere molto uniti durante questa pandemia. Stare a casa per cercare di sopravvivere durante questa dura fase. Credo che Wimbledon verrà annullato o rinviato, nella migliore delle ipotesi penso che si potrà giocare a fine agosto o a settembre. Ma non è una cosa triste, penso che ci siano molti australiani che stanno peggio di me. Il problema è molto serio e la salute delle persone deve essere messa in primo piano. Il resto viene dopo”.

di redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.