BUON COMPLEANNO MIRKA

Miroslava “Mirka” Vavrinec (42), nata a Bojnice (Slovacchia) nel 1978, è oggi la vera first lady del tennis mondiale, in quanto consorte, dall’11 aprile 2009, di “King Roger” Federer.
Pochi ormai ricordano che è stata un’ottima giocatrice di tennis, capace di entrare nella top 100 mondiale, raggiungendo il 10 settembre del 2001, il n.76 del ranking Wta. Una giocatrice professionista che, prima di ritirarsi nel 2002 in seguito a un serio infortunio a un piede, ha giocato ben 361 partite nel tour con uno score di 202 vittorie e 159 sconfitte.
Oggi è mamma di quattro figli: le gemelle Myla Rose e Charlene Riva, nate il 23 luglio del 2009, e i gemelli Leo e Lennart, dati alla luce il 6 maggio del 2014: chissà che regalo avrà per lei oggi Roger che l’ha sempre al suo fianco da quei galeotti Giochi Olimpici di Sydney, nel 2000, durante i quali si diedero il primo bacio.
Anche quel “galeotto” ritrovarsi insieme in maglia rossocrociata sotto l’egida dei cinque cerchi fu in qualche modo merito della qualità tennistica di entrambi.
Miroslava, come detto sopra, era originaria della Slovacchia. La sua famiglia si trasferì in Svizzera quando lei aveva solo due anni a Kreuzlingen, Canton Turgovia. Mise presto in evidenza un fisico atletico: quando aveva solo 9 anni il padre la portò a un torneo in Germania dove venne notata addirittura da Martina Navratilova che la incoraggiò a provare seriamente il tennis, regalandole una racchetta e organizzandole la prima lezione. Mirka era decisamente portata. Finì nel giro dei giovani tennisti osservati dalla federazione svizzera: lei e Roger, prima di Sydney, in realtà si erano già incontrati e conosciuti frequentando nel 1997 il centro tecnico di Biel.
Ci volle però un’ulteriore combinazione perché Cupido scoccasse la sua freccia: al tempo delle Olimpiadi di Sydney le due tenniste rossocrociate più forti erano Martina Hingis e Patty Schnyder. Nessuna delle due fu disponibile per la spedizione australiana, così la squadra femminile fu composta da Miroslava Vavrinec ed Emmanuelle Gagliardi (italo svizzera, oggi felicemente sposata con il Conte Giuseppe Sigurtà, il proprietario della famosa villa giardino di Valeggio sul Mincio).
E così, al villaggio olimpico, Roger ebbe tutto il tempo di corteggiare Mirka (che perse al secondo turno con la russa Elena Dementieva). Lui avrebbe raggiunto le semifinali ma poi perso lo spareggio per la medaglia di bronzo con il francese Arnaud Di Pasquale, che in carriera non avrebbe mai vissuto momento di gloria maggiore.

Il 2000 e la successiva stagione 2001 sarebbero state le migliori per Mirka che avrebbe raggiunto quattro volte i quarti di finale in prove Wta (Auckland, Estoril, Budapest e Tokyo) e i suoi migliori piazzamenti Slam, il 2° turno agli Australian Open 2001 (dove battè all’esordio la francese Sidot, n.32 del mondo) e il 3° turno agli Us Open, dopo aver eliminato al primo turno la spagnola Cristina Torrens Valero, n.33 Wta.
Problemi fisici che non si risolvevano la convinsero a fermarsi nel 2002: il suo ultimo match fu il primo turno delle qualificazioni all’Open di Budapest ai primi di aprile del 2002, contro la ceca Magdalena Zdenovcova.

dal sito www.federtennis.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *