IL PIANO ALTERNATIVO AGLI US OPEN LO INDICA HORDOFF

Si azzardano ipotesi in quanto a programmazioni future, ripartenze, cancellazioni ulteriori, tornei sul veloce o sulla terra. Il punto nodale sembra essere al momento quello legato allo svolgimento o meno, nelle date previste, degli US Open. Le qualificazioni sono previste a partire dal 24 agosto, i main draw dal 31 agosto al 13 settembre. Qualora ciò non succedesse è l’attivissimo Dick Hordoff, vicepresidente della Federazione tedesca (meno male che c’è un altro germanico che ci indica la via…) ad ipotizzare un calendario alternativo con i tornei su terra rossa in questo caso in primo piano. Prima del Roland Garros (spostato dal 20 settembre al 4 ottobre) andrebbero così in scena i Masters 1000 di Madrid e Roma. Altre rassegne potrebbero essere in programma ovvero Monaco, Amburgo e Kitzbuhel. Poi si andrebbe in Asia (Pechino, Tokyo e Shanghai) per tornare in Europa con Basilea, Vienna, Parigi Bercy e ATP Finals di Londra. Sarà in ogni caso la fine del mese di maggio, come anticipato da Andrea Gaudenzi (presidente ATP) il termine ultimo per prendere decisioni in questo senso definitive.

di redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.