ALLA SANTO STEFANO SPA RELAIS DI SANDIGLIANO SI PUNTA ANCHE SULLO SPORT

Arricchire una proposta di classe e renderla tale anche sotto il profilo sportivo. E’ quanto pensato e prodotto dalla proprietà della Santo Stefano SPA Relais di Sandigliano (Bi) e da coloro che operano nella nuova sezione sportiva, con in testa l’Amministratore Unico del Santo Stefano Wellness & Sport Vittorio Tallia. Alla preesistente struttura, inizialmente conosciuta come Cascina Casazza e diventata Relais a quattro stelle nel 2016, con tanto di 75 camere di alto livello, un ristorante, cinque sale meeting, una piscina, la palestra e l’unica SPA NUXE in Italia (tre sole in Europa), sono stati affiancati un nuovo centro benessere, una piscina indoor, due campi da tennis coperti in play-it (ora senza pallone pressostatico in ragione della stagione estiva), tre da padel (di cui due coperti permanentemente), e un’area per i bikers che troverà espressione definitiva nei prossimi mesi quando i lavori verranno conclusi:

La ripresa
“Abbiamo riaperto il 18 maggio – sottolinea Vittorio Tallia – e tutto sommato siamo stati fortunati perché negli ultimi giorni prima del lockdown eravamo riusciti ad ultimare i lavori relativi alla parte sportiva principale che pertanto ora è pronta ad ospitare gli appassionati. Ovviamente nel rispetto di tutti i protocolli di sicurezza che la situazione contingente richiede e nella speranza che con il trascorrere dei giorni si torni ad un quadro sempre più vicino alla normalità. La sinergia con il Relais è massima e prende forma dalla volontà comune, proprietà in testa, di fornire alla nostra clientela una proposta sempre più ricca e variegata, in qualità e oggi sicurezza totale. Per quanto concerne il tennis il target di riferimento è principalmente quello dei giocatori locali; per il padel invece anche quelli di fuori provincia e regione, in specie provenienti dal milanese.

Le proposte per i prossimi mesi
Il Relais sta preparando una serie di proposte per i prossimi mesi che ritengo di assoluto interesse per la sua potenziale clientela, includendo la possibilità di praticare in struttura il tennis e il padel, anche attraverso corsi e lezioni individuali con istruttori qualificati in entrambi gli sport. Così usufruire dell’area bikers con i percorsi a dir poco suggestivi che lo scenario naturale nel quale siamo inseriti regala. Anche in questo caso con guide esperte oppure in modo autonomo. Proposte rivolte ai target più diversificati. Tutto ciò senza dimenticare la vocazione principale del complesso, legata ai meeting aziendali, dei più disparati settori e categorie. Nei momenti liberi poter avere a disposizione un’offerta sportiva di questo livello non è cosa comune. Così come poter vivere un fine settimana o una vacanza in relax e sport come sarà possibile fare da noi. Il 23 maggio abbiamo riaperto anche il ristorante, nel rispetto delle normative e dei protocolli vigenti. Faremo altrettanto con le altre strutture del centro, palestra e piscine, nonché area Wellness, rispettando le tempistiche indicate e le direttive di Governo e Regione.

Le misure adottate
La proprietà è forte e può attendere che il faticoso processo di ripresa faccia il proprio corso, pronta ad assecondarlo e renderlo ancora più qualitativo grazie alle sue proposte. Ovviamente abbiamo riorganizzato gli spazi, utilizzato i mezzi di comunicazione adeguati per istruire il nostro pubblico sui comportamenti da usare in questa fase ancora critica, ma siamo fiduciosi guardando al futuro e anche alla riapertura di un turismo straniero che rappresenta un’altra delle nostre peculiarità. In ogni caso siamo soddisfatti delle prime risposte avute in questi giorni, sia per quanto concerne la parte sportiva che il resto dell’offerta. C’è voglia di tornare a fare sport e vivere gli spazi e ne abbiamo avuto un riscontro tangibile fin da lunedì 18 maggio”.

Molte perle in struttura
Le perle del Santo Stefano SPA Relais non finiscono qui: “Per arricchire sempre di più il nostro panorama – conclude Vittorio Tallia – la proprietà, che partecipa come detto alle nuove realtà sportive (Santo Stefano Wellness & Sport e ASD Santo Stefano Tennis e Padel presieduta da Mauro Piacentini), sta dando vita ad un’altra struttura ricettiva denominata Cascina Era. Sarà dotata di 25 suite di altissimo livello con l’obiettivo di rispondere alle manifestate esigenze del nostro mercato di riferimento. Tornando al settore sportivo, grazie alla Ca’ Sport Tennis di Rivarolo, ha preso forma per il tennis e per il padel una collaborazione ufficiale con Babolat Italia, azienda leader di settore”. Insomma da queste parti non si rimane passivi davanti all’emergenza, anzi la si combatte con idee e qualità.

di Roberto Bertellino