JASMINE PAOLINI E’ LA NUOVA CAMPIONESSA ITALIANA

La gioia di Jasmine Paolini a Todi (foto Marta Magni)

La nuova campionessa italiana (titolo che non si assegnava dal 2004) è la toscana di Bagni di Lucca, Jasmine Paolini.
Spuntata la finale tra lei, numero 1 del tabellone, e Martina Trevisan numero 2. Un po’ in controtendenza rispetto a quanto accaduto in settimana e a quanto solitamente accade in ambito femminile, le due giocatrici hanno mantenuto con relativa facilità i rispettivi turni di servizio, con Martina Trevisan che ha avuto tre palle break in proprio favore per strapparlo alla rivale, senza riuscirci. Scambi nemmeno così prolungati e soluzioni vincenti da una parte e dall’altra, in prevalenza con i due diritti, mancino quello della Trevisan destro quello della Paolini. Sul 5-4 Paolini, Martina Trevisan ha chiesto l’intervento del fisioterapista che le ha fasciato la coscia destra. Rientrata in campo ha tenuto il servizio, cosa replicata subito dalla Paolini. La decisione del ritiro è arrivata al 12° gioco e con la stessa la conseguente vittoria del tricolore da parte della Paolini, prima favorita della vigilia e passata anche attraverso momenti delicati nei match in tabellone, specialmente all’esordio contro la giovane Matilde Paoletti: “Ci eravamo incontrate a Shenzhen, sei mesi fa – ha detto la neocampionessa italiana – Da allora sembra da una parte passato un secolo, dall’altra il tempo è volato. Stavamo giocando bene in finale. Peccato sia finita così, avrei preferito ovviamente vincere sul campo. Mi sono accorta che non stava bene quando ha chiamato il fisio sul 5-4 per me, ma non pensavo che si sarebbe ritirata”.
Ora si pensa al dopo in questa stagione a dir poco atipica: “Non vedo l’ora di tornare a competere a livello Wta. Quindi sarò a Palermo, se entro a Cincinnati, poi a New York, a settembre ovviamente al Foro Italico. Sono contenta che ci sia la possibilità di disputarlo. Tornando alla finale di Todi ho avuto un po’ di problemi sulla risposta, complici le palle pesanti e i suoi colpi mancini. Sono contenta per il titolo”.
“Ci dispiace per Martina Trevisan, sembra un principio di stiramento al bicipite femorale destro – ha detto il direttore del torneo Giorgio Di Palermo-. Il messaggio più importante dato in questi giorni è stato quello del tennis sport sicuro. Si possono giocare tornei in totale sicurezza mantenendo con fermezza i protocolli del momento, distanziamento sociale ecc.. Intanto auguriamo a Oliviero Palma (direttore del Wta di Palermo) un grande evento in Sicilia. Ci sono tutti i presupposti perché ciò accada, con grandi nomi al via”.

di Roberto Bertellino