CANOTTIERI CASALE AI PLAY-OUT DI A1 FEMMINILE

Dopo i play-off conquistati dalla B femminile, le ragazze della Canottieri Casale di A1 sconfiggono per 3-1 il Bal Lumezzane e si assicurano, da terze classificate, il play-out contro il Circolo Tennis Siena, fanalino di coda di tutto il campionato in rosa con zero punti conquistati. Nella terza giornata del girone 2, c’è l’esordio assoluto della campionessa romagnola Sara Errani (1.6) contro la temibile svizzera Ylena In Albon (2.1). La tennista azzurra, che aveva in panchina da vice-capitana l’amica Giulia Gabba, chiude il primo set agevolmente 6-2, con il pubblico di casa che acclama a gran voce la già numero 5 Wta e detentrice di tutti gli slam in doppio. Nel secondo set i valori si ribaltano, l’elvetica riordina la mente e fa suo il secondo parziale con identico punteggio del primo, ma questa volta a suo favore. Tutto deciso al match tie-break. In-Albon sembra essere un’altra giocatrice, Errani arretra e l’avversaria “scappa” sul 4-2, un doppio fallo e un paio di errori della tennista lombarda rimettono in discussione la sfida. 7-5 In-Albon. 7-6 Lumezzane e un mini parziale di tre punti assicura il punto alle bresciane. E che punto. La numero due monferrina Stefania Rubini (1.9) impiega meno di un’ora per “inondare” di vincenti la malcapitata Georgia Brescia (2.2): tra rovesci al volo e dritti agli incroci delle righe, la bolognese esce vincitr​ice 6-0, 6-1. Stesso punteggio ma a set invertiti (6-1, 6-0), per Enola Chiesa (2.4). La valenzana mette in mostra un tennis versione lusso contro Eleonora Canovi (2.5), che non opponeva alcuna resistenza contro la tennista di casa. Nel doppio, una coppia importantissima per coach Giugiu Massola, composta da Mihaela Buzarnescu e dalla milanese Lisa Pigato, al ritorno in campo dopo l’infortunio. La coppia casalese vince 6-2, 6-3 contro Canovi e Catini. Ora testa ai play-out. Nell’altra sfida del girone Lucca sconfigge Prato 3-1 e va in testa al girone. Entrambe le toscane ai play-off. Lumezzane ultima con un punto. In campo maschile sempre in casa Canottieri, sconfitte indolori per l’A2 (1-5) a Rungg, con un sempre vincente Marco Bella (2.3), come numero due dei singolaristi, il quale si aggiudica il match contro Marco Bortolotti (2.2) per 7-5, 6-1, 10-4. Sconfitta per Alessio Demichelis (2.4) contro il pari classifica Georg Winkler per 6-0, 6-3; stop 6-4, 6-1 di Alberto Cammarata (2.3) contro l’iberico Mario Vilella (1.15). Altro singolarista casalese sconfitto con onore è Lorenzo Reale (2.5): duplice 6-3 in favore di Horst Rieder (2.4). Nei doppi duplice ritiro delle coppie monferrine.
SABATO DI GIOIA PER LA B FEMMINILE, AI PLAY OFF

La Canottieri Casale di Serie B femminile si è qualificata ai play-off, sconfiggendo nell’ultima giornata della fase a gironi, il Country Club Cuneo, e chiude così con tre vittorie su tre la prima parte di campionato, guadagnandosi il primato in solitaria. Nel derby piemontese, anticipato alle 14 di sabato pomeriggio, successo agevole della capitana monferrina Giulia Gabba (2.2) su Maddalena Giordano (2.5) con lo score di 6-1, 6-0. La numero due locale Enola Chiesa (2.4) ha impiegato meno di un’ora per fermare con un periodico 6-0 Noemi Giraudo (2.6). Tris di Eleonora Rescia (2.6) contro la pari classifica Rebecca Frant: primo set Cano 6-1, il secondo parziale va a Cuneo con identico score, mentre il match tie break viene conquistato dalla giovane del club ospitante, dieci punti a otto. Nel doppio Luetti e Rescia si aggiudicano il quarto punto di giornata contro Frant e Giordano. In Serie B maschile, al Verde Lauro Fiorito, stop 2-4, risultato che garantisce comunque la permanenza in B1 dei monferrini. A partire sono stati i singolaristi due e tre: Luca Barbonaglia (2.7) contro Gianluca Marino (2.4) e sull’altro campo Gabriele Soldà (2.8) contro Matteo Maggipinto (2.6). Nel primo incontro Marino conquista il primo punto dei torinesi per 6-2, 6-1, mentre il giovane Soldà vince in rimonta e si aggiudica l’incontro al match tie-break (3-6, 7-6, 10-8). Il locale Andrea Turco (2.3) ha impiegato quasi due ore per piegare la resistenza del valdostano Matthieu Vierin (2.4), che deve arrendersi 6-1, 2-6, 10-5. Il bel regalo della giornata per i monferrini arriva dalla racchetta di Simone Tricerri (4.4) opposto a Federico Givone (2.6): dopo il 6-4 del set iniziale, Givone mette in pari le cose (6-1) e si decide tutto al tie-break. Tricerri si esalta e chiude 10-8. Sul 2-2, Gregorio Biondolillo e Luca Barbonaglia provano a conquistare il terzo punto, ma Spadola e Cardella s’impongono 7-5, 5-7, 10-4. Anche Turco e Maggipinto si servono del match tie-break per sigillare il risultato di 4-2 contro Vierin e Soldà.

di Andrea Mombello