PRATO CENTRA LA FINALE IN A1 DONNE

Sarà un derby tutto toscano la finale di Serie A1 BMW femminile, in programma il 12 agosto a Todi. Dopo il Tc Lucca, infatti, anche il Tc Prato ha centrato l’obiettivo. La trasferta romana sui campi del Tc Parioli si è rivelata una formalità per il Tc Prato che, forte del 4-0 casalingo dell’andata, ha chiuso subito il discorso con il team pariolino grazie al successo di Lucrezia Stefanini che si è imposta per 60 64 su Greta Arn (2-1 il risultato finale della sfida). Per Prato si tratta della settima finale in otto anni con già 5 scudetti conquistati (complessivamente sono 6 quelli nella storia del club, a segno anche nel 1982).

“Lucrezia è stata brava ad entrare in campo concentrata e a giocare un primo set davvero eccellente contro la Arn che all’andata fece impressione soprattutto per la facilità di gioco – spiega il capitano del Tc Prato Gianluca Rossi – comunque anche la Kucova era in vantaggio con la Di Giuseppe a conferma che sono due giocatrici di cui ci si può fare sempre affidamento. Ora avremo un bel derby con il Ct Lucca. Di fronte le sorelle Pieri, Jessica e Tatiana, e Bianca Turati che ho visto molto cresciuta dopo il periodo in America. Noi saremo al completo con Martina Trevisan che sta facendo bene a Palermo anche in doppio con Elisabetta Cocciaretto, Cristina Kucova e Lucrezia Stefanini. Lo scorso anno con il Tc Genova riuscimmo a vincere al doppio di spareggio. Sarà una partita equilibrata anche perché le ragazze si conoscono tutte molto bene”.

Soddisfazione anche per il direttore sportivo del Tc Prato Fausto Fusi: “Se penso all’inizio del campionato quando ho telefonato a tutte le ragazze per allestire la squadra e adesso sapere che giocheremo un’altra finale è davvero qualcosa di eccezionale – dice – Kucova non poteva venire per il problema coronavirus, non si sapeva se tutte le giocatrici potevano recuperare perché Martina Trevisan si era fatta male a Todi. Questo dimostra che il gruppo è unito e anche avere a disposizione atlete giovani come Asia Serafini e Viola Turini è una grande chance per farle crescere e per avere sempre ricambi validi”. 

dal sito www.federtennis.it