DJOKOVIC, ESORDIO SONTUOSO A PARIGI

Esordio migliore a Parigi il numero 1 del mondo non poteva immaginarlo. Novak Djokovic ha infatti concesso pochissimo a Mikael Ymer, svedese numero 80 del mondo, fermandone la corsa in 1 ora e 38 minuti sul 6-0 6-2 6-3. Alla fine bacio polemico verso uno spettatore che ne aveva sottolineato gli errori e portava chiare effigi (berrettino) di Roger Federer: “Era solo un mio amico di infanzia – ha detto in conferenza – e sono stato felice di vederlo sugli spalti…così gli ho mandato un bacio”.
Successo senza polemiche invece per Denis Shapovalov, contro il francese Gilles Simon, per 6-2 7-5 5-7 6-3. A fatica Stefanos Tsitsipas ha piegato lo spagnolo Munar, sul 4-6 2-6 6-1 6-4 6-4.
Anche Rublev, vincitore ad Amburgo proprio contro il greco, ha avuto i suoi problemi per battere l’americano Querrey. Impresa riuscitagli in cinque set dopo aver perso i primi due al tie-break. Successo di Roberto Bautista Agut su Richard Gasquet, in tre frazioni (7-6 6-2 6-1); Polmans ha stoppato Humbert, mentre Dimitrov ha disposto agevolmente di Barrere (6-3 6-2 6-2). Bene anche Giron.

di redazione