SINNER NON SBAGLIA E VOLA NEGLI OTTAVI A PARIGI

Non era una partita facile, quella odierna di Jannik Sinner nel 3° turno del Roland Garros. Il 19enne pusterino infatti era chiamato alla sfida contro un giocatore di “seconda” fascia, anche se dal nome nobile come quello di Coria. Si trattava di Federico, fratello di Guillermo, entrato da poco per la prima volta tra i top 100. Quella che si dice in gerco rappresentava per l’altoatesino l’ennesima prova del nove, da non sbagliare. L’ha gestita benissimo, sia tecnicamente che sotto il profilo psicologico. Nel primo set per due volta ha recuperato un break di svantaggio, passando a condurre sul 4-3 e mettendo a referto i due giochi finali per il 6-3 iniziale. Nel secondo Jannik andava sotto 0-2 ma risaliva la china e sul 5-5 strappava la battuta all’argentino, tenendo successivamente la propria sigillando il compito sul 7-5. Ancora indietro nella parte iniziale del terzo set, ecco un superSinner piazzare un parziale di 20 punti a 6 e di 5 game in sequenza, dal 2-5, per salire negli ottavi dove troverà il vincente di Zverev – Cecchinato. Ben 44 i colpi vincenti messi a bersaglio oggi dal 19enne azzurro, promosso a pieni voti.

di redazione