THIEM DELUSO PER LA SCONFITTA MA SODDISFATTO PER IL SUO 2020

“Sono deluso dalla sconfitta – ha detto Thiem in conferenza stampa post finale delle ATP Finals – ma allo stesso tempo sono orgoglioso di come ho giocato in questa settimana. Penso che anche Daniil meritasse questo titolo. Oggi è stata una partita incredibile in cui eravamo entrambi ad un buon livello. Devo congratularmi con lui per il grande anno che ha avuto, soprattutto questo novembre in cui ha vinto i titoli a Paris-Bercy e qui. Spero che avremo tante grandi partite in futuro. È stato un piacere aver giocato contro di lui, anche se ho perso. “.

Ordine dei migliori giocatori dell’anno: “Non è una domanda facile, anche se penso che sarebbe molto simile alla classifica. È vero che dobbiamo rimuovere Roger che quest’anno non ha giocato quasi nulla. Al suo posto potrebbe esserci Rublev che ha avuto un anno fantastico vincendo tanti titoli. Penso che la classifica rifletta perfettamente quali giocatori sono stati migliori nel 2020 “.

Possibilità di competere con Novak Djokovic per il numero uno al mondo: “È stato un anno molto intenso. Da quando il tennis è tornato dopo la sosta è stato un continuo e non ho smesso di riflettere su quali obiettivi mi propongo per il prossimo anno. Ovviamente mi piacerebbe continuare a scalare posizioni in classifica. Penso di essere nel momento migliore della mia carriera professionale e penso che se manterrò questo livello avrò molte possibilità di lottare per il numero uno al mondo. Non sarà un compito facile. Rafa e Nole sono lassù da molto tempo, Roger tornerà all’inizio dell’anno e giocatori come Medvedev, Zverev, Tsitsipas o Rublev combatteranno anche per cercare di scalare posizioni “.

Bilancio dell’anno 2020: “È stato un anno molto interessante. La stagione è iniziata alla grande a Melbourne ma poi tutto è cambiato con il COVID. Il mondo in qualche modo si è fermato. Poi, dopo diversi mesi, abbiamo iniziato ad allenarci e vivere i tornei in un modo un po ‘diverso, con bolle e tribune vuote senza spettatori. È stata una stagione molto dura. Non solo per i tennisti, ma per le persone in generale. Se devo analizzare il mio tennis devo dire che è stato un anno eccezionale. Ho raggiunto uno dei grandi obiettivi che avevo all’inizio in questo sport: vincere un Grande Slam, speriamo di tornare alla normalità il prima possibile.

Cosa dire dei giovani che stanno arrivando?
“Il tanto atteso ricambio generazionale è già arrivato. I più giovani stanno già dimostrando che possono competere contro le leggende, e persino batterle. Credo che i tre grandi continueranno a lottare per gli Slam, ma suppongo che quando si ritireranno saremo noi a prendere quel posto. Anche se ci stiamo avvicinando sempre di più, continueranno ad essere i favoriti in ogni torneo “, ha concluso.

di redazione