I LAMENTI DI GUIDO PELLA

L’argentino Guido Pella si è unito al coro dei “dissidenti” dalla bolla di Melbourne puntando il dito sui privilegiati di Adelaide. Novak Djokovic, che a suo dire avrebbe un balcone più grande della sua stanza (ma che almeno ha cercato di fare qualcosa per i suoi colleghi) e soprattutto Rafael Nadal e Dominic Thiem, rimasti silenti in questa “pandemia” di voci dal circuito.
L’argentino dice di essere andato al torneo perchè ha bisogno di monetizzare e non può permettersi di “evitare” gli Australian Open come Federer o Isner: “Questa pandemia ha dimostrato il vero volto di certi tennisti” – ha chiuso la sua intervista al podcast 3Iguales.

di redazione