MAGER SI INCHINA AD ANDUJAR A BUENOS AIRES DOPO OLTRE 2 ORE DI SFIDA

Termina al secondo turno l’avventura di Gianluca Mager nell’“Argentina Open”, torneo ATP 250 con 329.550 dollari che si sta disputando sulla terra rossa del Buenos Aires Lawn Tennis Club (conosciuto come la “Cattedrale del tennis argentino”) di Buenos Aires, seconda tappa del “Golden Swing” in America Latina. Il 26enne ligure di Sanremo, n.101 del ranking, dopo essersi aggiudicato in due set combattuti il derby tricolore dell’esordio contro Salvatore Caruso, 28enne siciliano di Avola, n.79 ATP, è stato sconfitto 64 76(5), dopo oltre due ore di lotta, dal veterano spagnolo Pablo Andujar, n.57 del ranking e 6 del seeding. A Mager non sono bastati 10 ace (contro 3 doppi falli) ed una buona percentuale di prime in campo (62% con il 71% dei punti conquistati) contro un avversario che è riuscito a giocare meglio nei momenti chiave della partita.
Nei quarti è approdato anche l’argentino Diego Schwartzman, numero 1 del tabellone, che ha fermato 6-4 6-2 lo slovacco Klein. Il piccolo Diego insegue un titolo che manca agli argentini dal 2008. Oggi cercherà di proseguire la corsa contro lo spagnolo Jaume Munar, che arriva dalle qualificazioni e ha battuto Tiafoe 7-6 6-4. Derby tutto serbo tra Kecmanovic e Djere; Andujar trova il secondo argentino ancora in corsa, Francisco Cerundolo; l’indiano Nagal, che a sorpresa ha eliminato il cileno Garin, nu8umero 2 della lista, sfiderà Albert Ramos Vinolas, fresco di finale a Cordoba.

di redazione