A TODI IL RIENTRO CHALLENGER DI JULIAN OCLEPPO

La tredicesima edizione degli Internazionali di Tennis Città di Todi | Sidernestor Tennis Cup prende il via con i match di qualificazione. Agli otto confronti odierni, si sono alternate le sessioni di allenamento dei protagonisti del tabellone principale, già sbarcati al Tennis Club Todi 1971. Oggi insieme alle partite decisive per l’approdo in main draw, si disputeranno alcuni match di primo turno. Tra gli attori del main draw ci sarà Julian Ocleppo, tornato a competere solamente un mese fa dopo due operazioni al polso sinistro ed il lungo stop che ne è derivato. Dopo quattro apparizioni a livello Futures, il tennista azzurro giocherà il torneo ATP Challenger organizzato da MEF Tennis Events.
Julian Ocleppo: “Non pensavo fosse così difficile” – “Sono tornato a competere da un mese. Faccio ancora fatica, ma sono contento e qui a Todi spero di fare bene, anche se non mi aspetto niente”. La felicità e la pazienza prevalgono su tutto per Julian Ocleppo, attuale numero 355 del mondo che affronterà un qualificato nel primo turno della Sidernestor Tennis Cup. “Ho vissuto un periodo difficile, sono stato quasi due anni senza giocare tornei. Ad un certo punto avevo quasi perso le speranze, facevo di tutto per accorciare i tempi ed invece ogni settimana la data del rientro slittava – racconta Julian, reduce da due operazioni al polso sinistro -. Scendere in campo e non poter giocare il rovescio era una sofferenza, per questo adesso non mi metto fretta. Per tornare al livello di prima ci vorrà tanto lavoro ed altrettanto tempo”. Nelle ultime apparizioni a L’Aia e Casinalbo, il classe 1997 ha superato il primo turno, tornando così ad alzare le braccia al cielo in dei match ufficiali: “Come ho detto non sono tornato al 100%, ho perso degli automatismi ed in alcuni momenti la concentrazione vola. A Casinalbo ho giocato meglio, però scendo in campo contro ragazzi che stanno giocando ogni settimana da inizio anno e non è facile per me”.
Bene Fonio ed Arnaldi – All’esordio in qualificazioni, Giovanni Fonio regola Alejandro Mendoza con il punteggio di 6-1 6-1. La quarta testa di serie del tabellone cadetto ha giocato un match concreto, senza mai fronteggiare reali pericoli: “Oggi il mio avversario non ha espresso il suo miglior tennis, però dal canto mio mi sono comportato bene e domani voglio staccare il pass per il main draw”. Il piemontese si presenta a Todi da numero 472 ATP, suo best ranking. Dopo aver vinto ad inizio anno i Futures di Antalya e Opatija, la sua stagione è stata frenata dal tempo passato ai box per colpa del coronavirus: “Ho iniziato benissimo quest’anno, poi ho contratto il covid-19 e sono stato fermo per un mese e mezzo. La ripresa è stata un po’ complicata, ma sono fiducioso per ciò che mi aspetta”. Debutto vincente anche per Franco Agamenone e Matteo Arnaldi, che a meno di ventiquattro ore di distanza dalla finale giocata a Casinalbo hanno superato Edoardo Eremin e Alessandro Motti con i punteggi di 7-6(2) 6-1 e 6-3 6-2. I due azzurri dovranno dunque riaffrontarsi per un posto in main draw. Vittoria della promessa Arthur Cazaux nel match più bello di giornata che lo ha visto avere la meglio sul redivivo Lorenzo Claverie con lo score di 6-3 6-7(5) 7-6(4).

da ufficio stampa torneo