SCATTATI AL COUNTRY CLUB CUNEO I MATCH DI 1° TURNO DI MAIN DRAW DEL “CREA INTERNATIONAL”

Hanno preso il via oggi i due tabelloni principali di singolare del “Crea International”, ITF under 18 Grade 5 in corso di svolgimento sui campi del Country Club Cuneo.  Alle 12 si è chiuso anche il sign-in delle rassegne di doppio con successiva compilazione dei tabelloni.
In campo maschile è andato subito a segno il n° 2 del seeding, Jacopo Bilardo, contro il venezuelano Gregorio Hidalgo. Successo facile, figlio della maggior caratura tecnica messa in campo dal 2.6 del CT Massa Lombarda, fissato sul 6-0 6-1. Passaggio agile al turno successivo anche per il n° 4 del draw, Paolo Rosati, che ha vinto 6-1 6-2 il derby azzurro con Michele Di Pierro. Buona impressione ha destato il francese Thomas Faurel, n° 6 del lotto, che ha concesso poco (6-1 6-0) a Christian Capacci. Più combattuto il match conquistato dal terzo favorito della vigilia, Lorenzo Sciahbasi, 2.5 under 16 del Match Ball Firenze, che ha piegato 6-4 6-3 Gianluca Carlini e ora affronterà in un altro derby azzurro di 2° turno Giuseppe Corsaro, autoritario nel confronto con l’irlandese Hugo Loing al quale ha concesso solo due game (6-0 6-2). E’ avanzato al turno successivo anche il ligure Gianluca Cadenasso, grazie alla vittoria ottenuta con un periodico 6-1 sull’elvetico Oscar Baumgartner. Cadenasso ora dovrà vedersela con Enrico Baldisseri, numero 1 al via, 2.5 bolognese, che ha stoppato la corsa dell’indiano Kolluru con un doppio 6-3. Successo anche per Niccolo Festini Mira per 7-6 6-2 sul francese Robert Nicolas.
In campo femminile è uscita subito la prima testa di serie, la thailandese Tyra Lithibi, per mano di Elena Bocchi, 2.4 parmense, che si è imposta al termine di una vera e propria lotta fissata sul 7-6 (7) 7-5. La Bocchi affronterà in secondo turno Letizia Magni, che ha fermato in tre set (7-6 3-6 6-3) la corsa della rumena Jennifer Scurtu. Le note liete in casa azzurra sono arrivate anche dalla vittoria di Margherita Marcon ai danni della francese Noemie Dadoun, fissata sul 6-3 6-1. Affermazione anche per l’atleta di casa, Maddalena Giordano, 2.4 del Country Club Cuneo, arrivata contro la transalpina Judith Attias, testa di serie numero 8, sullo score di 6-0 6-2. La Giordano se la vedrà ora con l’olandese Safien Boulonois che ha sconfitto con un duplice 6-4 Silvia Alysia Pomarolli. Promosse al 2° turno anche Emma Penne, n° 2 del seeding, e Miriana Galietta, rispettivamente a segno contro la Dessolis e la tedesca Shelekhova. Sconfitta la 3.2 Giulia Falco, altra giocatrice del Country Cuneo, da Shalom Salvi, per 6-4 6-2. Domani si prosegue con l’allineamento dei due tabelloni di singolare al 2° turno. Di particolare interesse si annuncia la sfida tra Gaia Maduzzi, talentuosa 2006 piemontese che si allena alla Best Point di Caramagna e l’italo-americana Tyra Grant, classe 2008, impegnata negli allenamenti presso l’Academy di Riccardo Piatti a Bordighera. Figlia d’arte, il padre è stato il campione di basket Tyrone Grant, ha quale idolo Serena Williams. Tyra ha già vinto tra gli altri il Lemon Bowl di Roma nel 2018 e lo scorso anno il prestigioso torneo under 12 di Auray (Fra). A Bordighera gioca anche il fratello Tyson, di tre anni più giovane. Nata a Roma, Tyra ha iniziato a giocare a tennis a 3 anni.

di redazione