PAOLO LORENZI E L’ADDIO AL TENNIS GIOCATO

Canto del cigno per il 39enne senese Paolo Lorenzi che ha giocato con il 2° turno delle qualificazioni US Open l’ultimo suo incontro ufficiale nel massimo circuito, perdendolo in due set contro il francese Maxime Janvier: “Ho sempre amato New York, penso sia un buon posto dove fermarsi. Non posso chiedere di più, ho trasformato la mia passione in un lavoro – ha detto a match concluso – e ora desidero condividerla con altre persone. E’ stato tutto più difficile quest’anno e ho avuto qualche infortunio all’inizio della stagione, quindi ero consapevole che il mio corpo non era più come prima. Devi sapere quando è il momento di ritirarsi”. Lorenzi ha raggiunto il best ranking di n° 33 del mondo alla veneranda età di 35 anni e proprio a New York, nel 2017, ha centrato con gli ottavi il suo miglior risultato in uno Slam. Nel proprio palmares un titolo ATP, a Kitzbuhel, e 21 Challenger vinti, terzo di tutti i tempi in questa speciale graduatoria. In futuro pensa di rimanere nell’ambiente come allenatore ma intanto si è già aperto una via come commentatore televisivo, figura ricoperta nell’ultimo Wimbledon e che ripeterà alle ormai prossime Nitto ATP Finals di Torino.

di redazione