ZVEREV FERMA LA CORSA DI SINNER. HARRIS SI SCOPRE GRANDE

Non è ancora ora per Jannik Sinner di eliminare i grandissimi e farlo nei tornei dello Slam. Il suo tempo deve ancora arrivare, affinando la tecnica e cercando di gestire il proprio tennis in troppe occasioni fatto di ritmo e bordate, ma non di ragionamento. Lo ha testimoniato il tie-break del terzo set nel quale Sinner ha avuto le sue opportunità ma le ha gettate al vento con uno schiaffo al volo di rovescio e una palla scagliata in rete di diritto. Errori arrivati alla fine di scambi ben costruiti dal 20enne pusterino, non ben finalizzati. E’ questo il passo ancora da compiere non per definirlo fenomeno, bensì gran giocatore. Il progetto è ancora da rifinire. Al termine Jannik si è arreso in tre frazioni sullo score di 6-4 6-4 7-6 per il rivale, Alexander Zverev, che è così salito nei quarti. Step raggiunto per la prima volta in carriera anche dal sudafricano Harris, già in evidenza in diversi tornei stagionali, che ha fermato l’americano Opelka, spentosi dopo aver vinto al tie-break la prima frazione. Harris a segno 6-7 6-4 6-1 6-3.

di redazione