A BUCAREST DERBY AZZURRI A TRAVAGLIA E GIUSTINO

Brilla il Tricolore nel secondo turno del “Trofeul Tiriac-Nastase“, torneo Challenger ATP dotato di un montepremi di 44.820 euro che si disputa sui campi in terra rossa di Bucarest, in Romania. Il primo a staccare il pass per i quarti di finale è stato Stefano Travaglia, n.98 del ranking e prima testa di serie, che dopo aver sconfitto il ceco Lukas Rosol n.259 ATP, ha superato in rimonta, per 26 64 62, dopo due ore e 4 minuti di gioco, il 19enne Flavio Cobolli, n.264 ATP, che all’esordio aveva battuto il qualificato russo Ivan Gakhov, n.504 ATP.  Il 29enne di Ascoli Piceno troverà sulla sua strada venerdì il 24enne ucraino Vitaliy Sachko, n.260 ATP, mai affrontato in precedenza.  L’impresa di giornata porta la firma di Riccardo Bonadio, n.305 del ranking, che dopo l’affermazione sul britannico Jay Clarke, n.191 ATP, ha eliminato con un periodico 63, in un’ora e 28 minuti di partita, il moldavo Radu Albot, n.104 del ranking e secondo favorito del tabellone, mai affrontato in precedenza.
Il 28enne di San Vito al Tagliamento si giocherà un posto in semifinale – anche in questo caso venerdì – in un derby tricolore con Lorenzo Giustino, n.229 del ranking, che dopo la “maratona” al primo turno per eliminare l’indiano Sumit Nagal, n.185 ATP e quinta testa di serie, ha dato vita a una rimonta vincente anche ai danni di Matteo Arnaldi, n.476 ATP (“best ranking”), che dopo aver passato le qualificazioni aveva sconfitto il francese Geoffrey Blancaneux, n.296 ATP, vincendo il suo secondo match a livello challenger dopo quello a Todi in giugno: 26 75 64 il punteggio, dopo oltre due ore e tre quarti di match, in favore del 29enne napoletano.
E’ in parità (1 a 1) il bilancio dei testa a testa, con affermazione di Giustino nel 2013 in un torneo ITF e rivincita di Bonadio il mese scorso al challenger di Verona. 

di redazione e sito www.federtennis.it