A BERGAMO FUORI TUTTI GLI ITALIANI

Anche Federico Gaio è uscito di scena all’esordio nel “Trofeo Faip-Perrel”, torneo Challenger ATP dotato di un montepremi di 44.820 euro, giunto alla 16esima edizione, che si sta disputando sul veloce indoor del PalaAgnelli di Bergamo. Il 29enne faentino, n.151 del ranking, è stato sconfitto con un periodico 63, in poco più di un’ora e mezza di gioco, dal russo Evgeny Donskoy, n.170 ATP, che ha così colto la quarta affermazione in altrettanti testa a testa con il romagnolo.  Primo turno fatale a tutti i giocatori italiani in tabellone a Bergamo: fra lunedì e martedì erano infatti stati eliminati Luca Nardi, 18enne pesarese, n.437 nel ranking, in gara con una wild card, Matteo Arnaldi, n.363 del ranking, pure lui in gara con una wild card (ha mancato un match-point contro l’altro ucraino Sergiy Stakhovsky, n.227 ATP), Luca Potenza, n.615 ATP, promosso dalle qualificazioni e per la sua prima volta in un main draw del circuito Challenger, Flavio Cobolli,  n.221 del ranking, beneficiario di una wild card, e Roberto Marcora, n.201 della classifica mondiale, finalista dell’edizione 2019 quando cedette a Jannik Sinner nel match per il titolo.
Si è fermato al secondo turno il cammino di Lorenzo Giustino nel “Tenerife Challenger”, torneo Challenger ATP dotato di un montepremi di 44.820 dollari che si disputa sul cemento dell’isola delle Canarie, in Spagna.  Il 30enne tennista campano, n.211 ATP, dopo l’affermazione sul 18enne spagnolo Daniel Rincon, vincitore a settembre degli US Open Junior, n.988 del ranking e in gara con una wild card, nel match che valeva un posto nei quarti ha trovato semaforo rosso davanti all’ex top 10 spagnolo Fernando Verdasco, n.165 del ranking, in tabellone da terza testa di serie con una wild card, che all’esordio si era già imposto in tre set su Gian Marco Moroni, n.202 ATP: 62 62 il punteggio, in poco più di un’ora di gioco, in favore del 37enne mancino di Madrid.
Andrea Vavassori è stato eliminato al secondo turno del “Challenger Eckental”, torneo Challenger ATP dotato di un montepremi di 44.820 euro che si sta disputando sul tappeto indoor di Eckental, in Germania. Il 26enne torinese, n.295 del ranking, dopo aver sconfitto in tre set all’esordio il tedesco Matthias Bachinger, n.255 ATP, in apertura di giornata ha ceduto per 64 61, in un’ora e dodici minuti di partita, al  ceco Jiri Vesely, n.86 ATP e secondo favorito del seeding, mai affrontato prima in carriera.

di redazione