MUSETTI SI SALVA ED E’ ANCORA IN CORSA A MILANO DOPO UN MATCH SPETTACOLARE

Per la seconda giornata consecutiva il programma di gare all’Allianz Cloud di Milano ha offerto spettacolo e confermato il peso specifico degli emergenti più accreditati a salire presto tra i grandi, nelle Intesa San Paolo Next Gen ATP Finals. La chiusura, con il match più lungo della storia del torneo, ha visto in campo l’azzurro Lorenzo Musetti e il francese Hugo Gaston. Spettacolo allo stato puro, dal primo all’ultimo quindici, con il carrarino più disteso rispetto all’esordio. I Primi due set sono stati suoi, con altrettanti tie-break ben giocati. Nel terzo Gaston ha ridotto le distanze centrando il break al sesto game dopo aver salvato nel precedente due palle break. Nel quarto Musetti è salito nel tie-break sul 5-1 e poi sul 6-4 con due match point. Non ha chiuso e il francese ha rimesso tutto in discussione. La decisione dunque al quinto set. Equilibrio fino al 3-2 Musetti, poi nuovo match point per l’italiano. Questa volta è stato quello della salvezza, anche per il torneo, dopo 2 ore e 33’: “Ora un po’ di riposo – ha detto al termine – poi penserò a Korda”. Lo troverà questa sera nell’ultimo match del palinsesto che scatterà alle 14 con Alcaraz – Cerundolo (ininfluente). A seguire Nakashima – Rune, che invece deciderà il secondo semifinalista del gruppo A. Nel primo incontro della sessione serale (19,30) sfida tra Gaston e Baez.

di redazione