PAOLINI, BRAVA LO STESSO. A LINZ ILLUDE, POI CADE CONTRO SIMONA HALEP

Per quasi due set Jasmine, con un tennis brillante e incisivo, ha messo alle corde l’ex regina del tennis mondiale Simona Halep che in extremis ha riaperto il match e poi espresso il miglior gioco nel terzo set. E’ finita così nei quarti di finale la corsa di Paolini nell’“Upper Austria Ladies Linz”, WTA International con un montepremi di 235.238 dollari, che si sta disputando sul veloce indoor della “TipsArena” della città austriaca e che chiude la stagione del circuito femminile (anche se quest’anno c’è l’insolita concomitanza con le WTA Finals). La 25enne di Castelnuovo di Garfagnana, n.51 ATP e settima testa di serie, dopo aver battuto in tre set all’esordio l’ucraina Dayana Yastremska, n.97 del ranking, superata per la terza volta in altre sfide (tutte giocate negli ultimi due mesi), ed essersi ripetuta ai danni della cinese Saisai Zheng, n.87 del ranking, ha ceduto 46 75 60, dopo una battaglia di quasi due ore e un quarto, alla rumena Simona Halep, n.22 del ranking e seconda favorita del seeding. La 30enne di Costanza aveva vinto in due set l’unico precedente con la giocatrice allenata da coach Renzo Furlan, disputato al secondo turno degli Internazionali BNL d’Italia di Roma (terra) nel 2020. Le sfide di semifnale proporranno oggi un derby americano, tra Collins e Riske ed uno rumeno, tra Cristian e Halep.

di redazione