IL CASO DJOKOVIC SCATENA LE POLEMICHE

Novak Djokovic potrebbe essere rispedito immediatamente al mittente qualora al suo sbarco in Australia non fornisse le adeguate motivazioni circa l’esenzione medica che gli è stata concessa. Questo secondo quanto sostenuto dal Primo Ministro australiano Scott Morrison. Una presa di posizione riportata dal Daily Mail: “La mia opinione è che chiunque cerchi di entrare in Australia deve rispettare i nostri requisiti di frontiera. Karen Andrews degli Affari Esteri ha detto che sarebbero proprio i funzionari di frontiera a poter intervenire facendo rispettare le regole dello stato del Commonwealth, le ultime delle quali sono scattate il 15 dicembre scorso.
Il Primo Ministro ha così proseguito: “Ora, Novak Djokovic quando arriva in Australia deve fornire, se non è vaccinato, una prova accettabile che non può esserlo per motivi medici al fine di poter accedere alle stesse modalità di viaggio dei viaggiatori completamente vaccinati. Quindi aspettiamo la sua presentazione e quali prove ci fornisce per sostenerlo. Se non saranno sufficienti non sarà trattato diversamente dagli altri e verrà messo sull’areo successivo per tornare a casa. Non devono esserci trattamenti privilegiati per Novak Djokovic. Assolutamente no”. Insomma il quadro è ancora tutto da definire.

di redazione