AO | Out Sinner e Bolelli/Fognini

Finisce la corsa di Sinner ai quarti di finale degli Australian Open, contro un inarrestabile Stefanos Tsitsipas, numero 4 del seeding. Già dalle battute iniziali si è vista la strategia del giocatore greco da subito aggressivo, che ha lasciato pochi margini al giocatore italiano. Sinner immediatamente a rincorrere per il break accusato nel primo turno di servizio. Sotto 2-0 la prima frazione termina 6-3 con i giocatori, che da qui in avanti conservano ognuno i propri turni di servizio. Tsitsipas riesce comunque a giocare più con i piedi dentro il campo e a trovare meglio gli angoli, costringendo Sinner a giocare spesso in allungo. Un nuovo break determina la vittoria del greco anche nel secondo parziale, che si chiude 6-4. Ancora più agile la sua marcia nella terza frazione, conquistata 6-2. I due giocatori si erano incontrati tre volte, due a Roma ed una a Barcellona, e l’azzurro si era aggiudico in tre set solo l’incontro del 2020 agli Internazionali, perdendo gli altri confronti sempre due in due set. Questo era il loro primo match sul veloce e probabilmente la superficie ha accentuato il divario. Tsitsipas è apparso in completo controllo del match, durante tutta la durata dei tre set, anche al rientro dopo una breve interruzione per pioggia e la conseguente copertura del campo. Non resta che goderci l’incontro di Berrettini con Nadal in programma venerdì notte, l’ultimo degli italiani ancora in gara. Nella scorsa notte, infatti anche Bolelli e Fognini, in doppio, hanno perso nei quarti di finale in due set secchi contro le seconde teste di serie Ram e Salisbury.

di redazione