MUSETTI HA CEDUTO IN TRE SET A MAJCHRZAK. KO ANCHE TRAVAGLIA

Motivi per recriminare Lorenzo Musetti ne ha. Dopo oltre due ore di gioco il 19enne carrarino ha ceduto infatti per 6-4 al terzo set al polacco Majchrzak, n° 95 ATP, mai così in alto in un torneo del circuito maggiore (semifinale). L’azzurro, n° 2 dell’ATP 250 di Pune (Ind) è capitolato nel primo set dopo aver subito il break del 2-4. Si è rifatto nel tie-break del secondo, vinto 7-5. Nel terzo è però nuovamente entrato in difficoltà dopo aver ceduto la battuta al rivale al nono gioco. Il polacco è andato a servire per il match, ha annullato due chance per il contro-break e al terzo match point ha chiuso in proprio favore le ostilità. Era questo il primo scontro diretto tra i due giocatori. Ancora troppo a sprazzi il tennis del giovane azzurro, in troppe occasioni distante dalla linea di fondo.
Nulla da fare anche per Stefano Travaglia nei quarti di finale dell’ATP 250 di Pune. Opposto al qualificato svedese Elias Ymer, l’ascolano non ha capitalizzato nel primo set il vantaggio di un break (3-1 e servizio). Si è visto così raggiungere dall’avversario che lo ha superato nella fase finale della frazione, chiusa al decimo gioco. Nel set numero 2 la regola dei servizi ha dominato la scena e i due si sono contesi il successo nel tie-break, vinto dallo svedese (alla prima semifinale di carriera nel circuito maggiore) per 7 punti a 4. Ymer ha servito benissimo nell’intero match, in particolare verso la fine dell’incontro che lo ha visto mettere a segno in totale 10 ace (3 quelli dell’azzurro). Travaglia nel tie-break è risultato troppo falloso con il suo colpo normalmente vincente, il diritto.

di redazione