A RIO TRE ITALIANI IN TABELLONE. BERRETTINI GUIDA LA LISTA. FUORI CECCHINATO IN QUALIFICAZIONE

Esordio con sconfitta per Marco Cecchinato nelle qualificazioni del “Rio Open”, torneo ATP World Tour 500 dotato di un montepremi di 1. 815.115 dollari che torna in scena sui campi in terra rossa di Rio de Janeiro, in Brasile, dopo esser stato cancellato lo scorso anno a causa della pandemia, trasmesso in diretta e in esclusiva da SuperTennis, la tv della FIT. Il 29enne di Palermo, n.92 del ranking mondiale e quarta testa di serie delle “quali”, nella serata italiana si è infatti fatto sorprendere al primo turno dal brasiliano Matheus Pucinelli De Almeida, n.282 ATP, che si è imposto in rimonta con il punteggio di 67(5) 62 64, dopo due ore e mezza di gioco in quello che era il primo incrocio fra il siciliano e il 20enne di Campinas. Nel tabellone principale sono tre gli azzurri presentiFabio Fognini, n.40 ATP, al primo turno dovrà vedersela con l’argentino Facundo Bagnis, n.76 ATP, mai affrontato in precedenza dal 34enne di Arma di Taggia. Lorenzo Sonego, n.22 del ranking e sesta testa di serie, protagonista questa settimana a Buenos Aires, debutterà contro il serbo Laslo Djere, n.56 ATP, che ha conquistato il titolo su questi campi nel 2019: il torinese è in vantaggio per due a uno nel bilancio dei precedenti avendo vinto nel 2019 al primo turno a Marrakech e lo scorso anno in finale a Cagliari, in entrambi i casi sulla terra battuta, mentre il 26enne di Senta si è imposto nel 2020 al primo turno a Doha (cemento). Entrerà in scena direttamente al secondo turno invece Matteo Berrettini, n.6 del mondo e primo favorito del seeding, che torna a competere dopo la semifinale agli Australian Open: il 25enne romano troverà dall’altra parte della rete il vincente tra il brasiliano Thiago Monteiro, n.104 ATP, e un qualificato.
Come teste di serie, dietro al giocatore allenato da Vincenzo Santopadre, figurano nell’ordine il norvegese Casper Ruud, n.8 ATP, l’argentino Diego Schwartzman, n.15 ATP e vincitore dell’edizione 2018, e lo spagnolo Pablo Carreno Busta, n.16 ATP. Tutti e quattro faranno il loro esordio direttamente al secondo turno. Il campione in carica, a segno nel 2020, è il cileno Cristian Garin, n.20 del ranking e quinta testa di serie,  e al via c’è un altro “past champion”, l’uruguaiano Pablo Cuevas, n.96 ATP, in gara con il ranking protetto.

dal sito www.federtennis.it