PER GLI ITALIANI A INDIAN WELLS TRE SI’ IN PRIMA GIORNATA. SONO DI FOGNINI, MUSETTI E PAOLINI

Esordio perfetto per gli italiani nei due main draw del combined di Indian Wells. Il Masters 1000 maschile ha visto i successi di Fabio Fognini, in tre set contro Pablo Andujar, e di Lorenzo Musetti in due contro Marco Giron. Il 34enne ligure ha ceduto allo spagnolo, uno degli esperti del circuito al pari di lui, il primo set. Poi si è ripreso, ha giocato con maggior attenzione e portato dalla propria parte il match chiuso 6-3 6-3 nei successivi due. Una giornata, quella di ieri, caratterizzata dal vento e dalole conseguenti traiettorie dei colpi non sempre regolari. Con questa vittoria Fognini ha portato a 7-1 il bilancio dei precedenti contro Andujar. Nel terzo set Fabio ha piazzato il break nel quinto gioco, grazie a quattro errori di fila dell’iberico, che sul 3-5 ha commesso un paio di sanguinosi doppi falli, consentendo all’italiano di chiudere il discorso al secondo match-point. Fognini al secondo turno troverà dall’altra parte della rete il georgiano Nikoloz Basilashvili, n.18 del ranking e del seeding, finalista nella passata edizione: il ligure si è aggiudicato l’unico precedente con il 30enne di Tbilisi, lo scorso anno al primo turno del “1000” di Cincinnati.
Lorenzo Musetti ha proseguito il suo buon momento, ancora galvanizzato dalla grande vittoria in Coppa Davis contro Norbert Gombos (decisiva per il passaggio degli azzurri alla fase finale) stoppato lo’americano Giron per 6-3 7-5. Nel primo set ha ben giocato e diretto “i lavori” con bella sutorità, non concedendo palle break. Nel secondo è un po’ calato in avvio concedendo un break a Giorn che è salito sul 5-2. A questo punto c’è stata la reazione del carrarino che ha sciorinato come da copione alcuni rovesci di altissimo livello e si è aggiudicato gli ultimi cinque game sigillando il confronto sul 6-3 7-5. Musetti al secondo turno sfiderà il “gigante” statunitense Reilly Opelka, n.17 del ranking e del seeding, che ha vinto i due precedenti testa a testa con il Next Gen azzurro, entrambi lo scorso anno: al secondo turno agli Internazionali BNL d’Italia di Roma e al primo turno degli US Open.
In campo femminile affermazione in primo turno per l’unica italiana presente in tabellone, Jasmine Paolini. La toscana ha sconfitto la britannica Boulter, qualificata, con lo score di 6-3 6-2 al termine di un’ora e 21 minuti. Ora è attesa dalla bielorussa Aryna Sabalenka, n.3 del ranking e seconda favorita del torneo (ma dopo la rinuncia di Krejcikova la giocatrice con la classifica più alta in gara): sarà il terzo testa a testa fra le due e il bilancio è in parità, con successo di Paolini nel 2017 al primo turno del torneo ITF sull’erba di Ilkley e rivincita della 23enne di Minsk nel 2020, al primo turno a Linz (cemento indoor).  

di redazione