MOURATOGLOU COACH DI SIMONA HALEP, E SERENA VUOLE WIMBLEDON

Patrick Mouratoglou sarà il nuovo coach di Simona Halep. Almeno per un periodo, poi si vedrà. Il francese di origine greca segue  Serena Williams dall’estate del 2012. Dopo la sconfitta contro Virginie Razzano al primo turno del Roland Garros, Serena ha preso la decisione che ha cambiato la vita di entrambi. Il lavoro con Mouratoglou, che individua uno squilibrio nell’esecuzione dei colpi, ha dato frutti immediati. Serena ha conquistato singolo e doppio a Wimbledon prima, poi due ori olimpici; vince lo US Open ad agosto e torna numero 1 a gennaio 2013. Lo resterà per tre anni e mezzo. Tuttavia Mouratoglou non allena  più dalla scorsa estate, dall’infortunio alla gamba che ha tenuto Serena fuori dal circuito dopo Wimbledon. “Negli ultimi otto mesi, ho capito quanto mi manchi allenare. E’ la passione della mia vita, penso di avere ancora molto da dare” ha scritto sui suoi profili social. Halep, ha spiegato, si è allenata alla Mouratoglou Academy prima di Indian Wells. Non a caso, nei due WTA 1000 che compongono il cosiddetto “Sunshine Double”, Halep è stata seguita da Morgan Bourbon, coach dell’accademia che in passato aveva lavorato con Benoit Paire.
Ha detto di essere pronta anche Serena Williams. Ventitré volte campionessa Slam, numero 1 WTA per 319 settimane, Serena ha detto che vuole tornare in campo a Wimbledon, esattamente un anno dopo la sua uscita dal campo in lacrime per l’infortunio alla gamba al primo turno la scorsa estate. “Abbiamo parlato del mio rientro in campo, mi sta caricando e preparando per Wimbledon” ha scritto in una storia su Instagram condivisa con un campione di football americano, il quarterback Aaron Rodgers. Quando Rodgers le ha chiesto se volesse rientrare per lo US Open, Serena non ha avuto dubbi: “Wimbledon viene prima, voglio esserci lì” ha detto la più giovane delle sorelle Williams, che ha trionfato per l’ultima volta ai Championships nel 2016 e non conquista uno Slam dall’Australian Open 2017.

di redazione