A BELGRADO DJOKOVIC RISCHIA CON DJERE MA PASSA DOPO 3H E 24 MINUTI. OGGI IN CAMPO FOGNINI

A Belgrado ieri derby fiume tra il numero 1 del mondo e del seeding Novak Djokovic, per una volta sostenuto dal pubblico, e il connazionale Laslo Djere. Djokovic ha lottato come un leone pur essendo chiaramente in difficoltà e in ritardo di condizione ma Djere gli ha dato un grosso aiuto sbagliando due diritti fondamentali a campo aperto nei momenti decisivi. Il primo lo avrebbe portato sul 5-3 del secondo set, il secondo sul 5-3 del tie-break definitivo. Alla fine è stato Djokovic a superare il turno, dopo 3 ore e 24 minuti, ma dovrà dare molto di più oggi nei quarti se vorrà superare lo scoglio rappresentato da un altro suo connazionale, Miomir Kecmanovic, giocatore in costante ascesa. Il programma di giornata sarà aperto sul centrale da Fabio Fognini che cercherà di ribadire i precedenti favorevoli (8-1) contro lo sloveno Aljaz Bedene. In palio i quarti. Match interessante anche quello tra il 18enne danese Holger Rune e il giapponese Taro Daniel.

di redazione