FOGNINI, BUONA LA PRIMA A PARIGI

Alla sua 15esima presenza nello Slam più importante per gli amanti della terra rossa, il Roland Garros, Fabio Fognini è partito bene, superando in tre set l’australiano Alexei Popyrin: 6-4 7-5 6-4 lo score, maturato dopo 2 ore e 19 minuti. Un solo momento di difficoltà, nel secondo set, nel quale il giocatore ligure che domani compirà 35 anni, è stato indietro e ha colto il break nel 12° gioco, rimettendo in un angolo il rivale di giornata. A fine incontro Fabio si è detto ovviamente felice per il successo, arrivato in tre soli set, quindi con un relativo dispendio di energie, fisiche e nervose: “Vedrò domani come mi alzerò, il fisico non è più quello di un ventenne, ma fino a quando sarò competitivo rimarrò nel circuito. Tirerò comunque le somme a fine stagione. Lui è un giocatore difficile perchè serve bene e non ti offre grandi chance in risposta”. Applausi a scena aperta del pubblico parigino: “I francesi mi amano? Davvero? Anche io vi amo tanto” ha detto ai tifosi, in lingua francese, immediatamente dopo il successo sul campo. Ora troverà l’olandese Van de Zandschulp, numero 29 del mondo e testa di serie n° 26. Un match nel quale Fabio dovrà alzare il livello contro un altro giocatore che serve bene ed è nel complesso abile in ogni zona del campo.

di redazione