GIORGI IN GRAN SPOLVERO INFIAMMA IL ROLAND GARROS. SORPRESA JEANJEAN

Una delle versioni migliori di Camila Giorgi, messa in scena sulla terra rossa di Parigi, ha regalato alla marchigiana il 3° turno al Roland Garros. Camila, nella città della moda che tanto ama, ha dato spettacolo, recuperando nel primo set lo svantaggio di 1-3 contro la kazaka Yulia Putintseva, n° 37 del mondo. Messi a punto i meccanismi l’azzurra ha travolto la rivale che si è molto innervosita in più occasioni quando si è trovata lontana dalla palla per le accelerazioni dell’avversaria. Dopo il successo nel primo set l’azzurra è salita sul 4-3 e servizio nel secondo ed ha avuto l’unico momento di difficoltà quando è stata ripresa sul 4-4. Con grande attenzione e maturità non si è persa d’animo e ha sigillato il confronto al 12° gioco, deliziando la platea con alcuni anticipi di alta scuola. Ora è attesa dalla bielorussa Aryna Sabalenka, settima testa di serie.  La superfavorita del torneo, Iga Swiatek, ha fatto trenta (vittorie consecutive) lasciando soli due giochi all’americana Riske. E’ uscita invece a sorpresa la rumena Halep, ancora alla ricerca della miglior condizione, per mano della cinese Zheng, al terzo set.  
Incuriosisce già per il nome, Leolia, e il cognome musicale, Jeanjean. Ancor di più per la sua storia sportiva e tennistica che l’ha vista stoppare le presenze agonistiche dal 2013 al 2020, anche per infortuni assortiti. Ieri  la francese, che ha deciso due stagioni fa di riprovare il percorso da professionista, ha onorato per la seconda volta la wild card datale dagli organizzatori battendo in due set la n° 8 del seeding ed ex n° 1 del mondo, Karolina Pliskova. Leolia, attuale n° 227 WTA, ha messo sul terreno rosso le variazioni che caratterizzano il suo tennis, in particolare i cambi di ritmo e le palle corte. La ceca, non nuova ad apparizioni “oscure” ha patito e capito poco, uscendo mestamente dal torneo e confermando le difficoltà più volte emerse in carriera a livello Slam, nonostante le due finali (Wimbledon 2021 e US Open 2016) e le due semifinali (Roland Garros 2017 e Australian Open 2019) raggiunte. Sorridente e quasi incredula, alla fine la 26enne Jeanjean, forte di due lauree prese negli Stati Uniti, una in sociologia, una in giustizia penale e di un master in finanza di investimento patrimoniale, ha ringraziato tutti: “E’ incredibile essere qui. Sono felice per la chance che mi è stata data di giocare al Roland Garros. Non potevo e dovevo fare una partita di forza e ho seguito i piani, alternando il mio tennis e usando tante variazioni. Ringrazio tutti coloro che sono venuti a vedermi. Mi sono concentrata su me stessa giocando punto dopo punto, anche nella fase calda del match, e ho gestito bene le emozioni”.

di redazione

Risultati 2° turno Roland Garros femminile
Jeanjean (Fra) b. Ka.Pliskova (Cze) 6-2 6-2; Begu (Rom) b. Alexandrova (Rus) 6-7 (3) 6-3 6-4; Badosa (Spa) b. Juvan (Slo) 7-5 3-6 6-2; Kudermetova (Rus) b. Krunic (Cro) 6-3 6-3; Kasatkina (Rus) b. Contreraz Gomez (Mex) 6-0 6-3; Pegula (Usa) b. Kalinina (Ukr) 6-1 5-7 6-4; Rybakina (Kaz) b. Volynets (Usa) 6-4 6-0; Kovinic (Mne) b. Schmiedlova (Svk) 6-3 7-5; Keys (Usa) b. Garcia (Fra) 6-4 7-6 (3); Giorgi (Ita) b. Putintseva (Kaz) 6-3 7-5; Swiatek (Pol) b. Riske (Usa) 6-0 6-2; Zheng (Cin) b. Halep 2-6 6-2 6-1; Sabalenka (Blr) b. Brengle (Usa) 6-1 6-3; Rogers (Usa) b. Collins (Usa) 6-4 6-3;