BERRETTINI VINCE IL DERBY CON SONEGO. OGGI TROVA OTTE

Alla fine un abbraccio sentito quello tra Matteo Berrettini e Lorenzo Sonego, protagonisti del secondo quarto di finale di giornata nel 250 ATP di Stoccarda. Ha vinto il romano, n° 1 d’Italia e 10 del mondo, in rimonta e grazie ai due break con i quali ha fatto propri il secondo e il terzo set. Una partita giocata in crescendo a testimonianza della sua capacità di resistere e regolare gli avversari anche se la condizione, dopo quasi tre mesi di stop, non è ancora la migliore. La voglia di vincere è invece sempre in primo piano, supportata da una superficie come l’erba che Matteo ha confermato gradire. Il primo set è andato al piemontese, con un break maturato alla sesta occasione utile e tenuto fino al termine, per il 6-3 di sigillo. Sonego è entrato subito in partita e per quasi un’ora ha comandato. Sul 2-1 Berrettini della seconda frazione è incappato nel primo momento buio cedendo la battuta dopo aver commesso diversi errori gratuiti. Il romano ha ringraziato e rimesso le cose a posto, rinvigorito anche nel servizio e nella capacità di muoversi più agilmente rispetto all’avvio sul terreno ormai “terroso” del centrale. Anche nel terzo set è stato un passaggio a vuoto di Sonego ad indirizzare la sfida verso l’avversario. Nuovo break centrato da Matteo che è andato a servire per il match sul 5-4. La svolta è arrivata sullo 0-15 con un passante di rovescio che ha lasciato fermo Sonego e lanciato verso il successo Berrettini, dopo due ore e 17 minuti, che oggi (ore 11,30 con diretta Sky e Supertennis) troverà in semifinale un fresco Oscar Otte. Il tedesco ha infatti approfittato del ritiro per infortunio del francese Bonzi ancora prima di entrare in campo: “Il match dei quarti – ha detto Berrettini – non è stato facile perché con Lorenzo siamo molto amici e le implicazioni emotive non mancano. Ci conosciamo da tanto tempo e lui legge bene il mio servizio. Sono migliorato nel corso dell’incontro e questo è positivo. Abbiamo giocato bene entrambi nei momenti decisivi dando un po’ di spettacolo al pubblico che ha dimostrato di gradire. Contro Otte non sarà ovviamente dalla mia parte essendo lui un tennista di casa”. A Stoccarda ha sorriso anche “Sir” Andy Murray che per la prima volta in carriera ha superato Stefanos Tsitsipas, n° 1 del seeding, al termine di un match ben interpretato. Dopo aver annullato un set point al greco nella prima frazione, poi conquistata al tie-break, nella seconda lo scozzese ha dominato e chiuso al nono gioco. Oggi sfiderà Kyrgios, che ha fermato Fucsovics.

di redazione