BERRETTINI FATICA MA SUPERA ANCHE KUDLA

Con una vittoria sofferta e dopo 2 ore e 46 minuti di gioco Matteo Berrettini ha proseguito la striscia positiva sull’erba e raggiunto i quarti di finale nel 500 ATP del Queen’s, torneo che ha affrontato quest’anno da campione in carica. Il numero 1 azzurro ha lottato e rischiato riprendendo il match grazie al cuore più che alla tecnica, nella circostanza, e spegnendo i sogni di gloria del lucky loser americano Denis Kudla, entrato in tabellone in virtù del forfait di Andy Murray. I precedenti peraltro erano fermi sul 3-3 a testimoniare che il tennista Usa, n° 82 del ranking, possiede le armi giuste per impensierire il nostro. Nulla di eccezionale ma nel complesso un tennis completo che ben si adatta all’erba e ha nella risposta una delle armi migliori. Nonostante questo Matteo ha reagito alla brutta partenza e messo a segno 45 colpi vincenti, contro i 24 di Kudla e ben 22 ace. Fondamentale quello che nell’ultimo game del terzo set e dopo il break appena conquistato gli ha permesso di salire al primo match point togliendo le energie anche psicologiche al rivale di giornata, pur autore di un colpo di coda con tanto di palla del 5-5. La sfida ormai si era incanalata verso Berrettini che l’ha chiusa con un colpo di classe e vellutato, alla terza occasione utile. Potenza dunque, e carezze, per proseguire ancora ed essere sempre più protagonista sulla sua superficie nella quale ha vinto 17 degli ultimi 18 incontri giocati: “E’ stato un match duro – ha commentato a fine partita – ma non me lo aspettavo molto diverso. Ci conosciamo bene e ogni volta ne scaturisce uno scenario diverso. In molte situazioni Denis ha meritato più di me di vincere ma io sono stato bravo a rimanere attaccato al confronto. Ribadisco il mio amore verso questa superficie, che si adatta perfettamente al mio tennis, e spero che la striscia non finisca. Anche il pubblico mi ha aiutato e sostenuto, ribadendo un feeling che si è creato fin dal primo match dello scorso anno”. Al Queen’s Matteo è ancora imbattuto e domani, nel secondo match dalle 13, proverà a ripetersi contro un altro americano, Tommy Paul, che oggi ha concesso poco al tre volte campione Slam Stan Wawrinka, in main draw con una wild card datagli dagli organizzatori.

di redazione