BERRETTINI OGGI IN CAMPO ALLE 14 AL QUEEN’S

Un avvio in sordina quello di Matteo Berrettini nei quarti di finale del 500 ATP del Queen’s, anche per via delle scorie accumulate nella battaglia di ottavi contro Kudla. Così un altro americano, Tommy Paul, n° 35 ATP, è volato sul 4-1 grazie ad un break centrato in apertura di frazione. Come un perfetto marinaio, anche se le atmosfere londinesi poco hanno a che vedere con i moti ondosi, l’azzurro ha dovuto ricalibrare il suo tennis in ragione del vento che ieri ha imperversato sul centrale. Una volta ritaratosi è risalito fino al 4-4 e ha piazzato il colpo definitivo al decimo gioco della prima frazione. Nella seconda un altro break in suo favore lo ha catapultato sul 3-1, quindi la chiusura perentoria sul 6-2 con un ace a sigillo, ieri solo il terzo in tutto l’incontro. Berrettini ha così rimesso in parità il computo dei precedenti (1-1) ed è salito in semifinale dove oggi troverà, dalle 14 con diretta Sky e Supertennis l’olandese Van de Zandschulp, giocatore in crescita e temibile per la completezza del bagaglio tecnico e la potenza dei colpi, che sull’erba trovano ancora più efficacia. I due si sono incontrati una sola volta in carriera, nel 2° turno di Wimbledon 2021, con successo di Matteo in tre set. Il tennista “orange”, ieri a segno contro l’iberico Davidovich Fokina, ha fatto registrare a inizio settimana il best ranking di n° 29 ATP, è classe 1995 e in stagione ha raggiunto il terzo turno agli Australian Open che al Roland Garros, centrando la finale nel 250 ATP di Monaco di Baviera. Berrettini è parso molto soddisfatto al termine del match vinto con Paul: “Non sono partito bene – ha puntualizzato – ma mi sono ripreso subito e sapevo di poterlo fare. Il caldo si è fatto sentire, così il vento che spostava molto la palla. Sono rimasto presente e il mio tennis è cresciuto game dopo game”. Nell’altra semifinale sarà scontro tra Krajinovic e Cilic, a seguire.

di redazione