OGGI A EASTBOURNE C’E’ SONEGO

Oggi a Eastbourne, in uno dei due ultimi appuntamenti di preparazione a Wimbledon, l’altro è in corso a Maiorca (entrambi ATP 250) è chiamato all’esordio il finalista dello scorso anno, Lorenzo Sonego. Il 27enne torinese troverà dalla parte opposta della rete l’australiano James Duckworth, n° 77 del ranking mondiale che proviene dalle qualificazioni. L’unico precedente tra i due nel massimo circuito risale allo scorso anno a Wimbledon, a livello di 3° turno, e ha visto il successo dell’azzurro in tre set secchi (6-3 6-4 6-4). Come tutti gli australiani Duckworth conosce i segreti del tennis su erba e Sonego, confermato ieri sulla poltrona mondiale numero 32, dovrà servire bene per non dare fiducia e motivazioni ulteriori al rivale, professionista dal 2010 e al massimo salito al posto n° 46 del mondo. Duckworth, dopo un ottimo 2021, nella stagione corrente ha giocato poco e male. In caso di successo l’azzurro troverà al secondo turno un altro australiano, Alex De Minaur che lo ha sconfitto lo scorso anno proprio nella sfida per il titolo. Un tabellone a dir poco complicato che negli eventuali quarti di finale della parte bassa potrebbe proporre a Sonego il derby con Jannik Sinner, già al secondo turno grazie ad un bye. Sonego è reduce dalla sconfitta di 1° turno al Queen’s contro Denis Kudla, americano che ha poi costretto al terzo set anche Berrettini. L’allievo di Gipo Arbino dovrà difendere dunque punti pesanti sull’erba del torneo inglese e trovare la spinta per far bene anche a Wimbledon, dove nel 2021 raggiunse gli ottavi prima di cedere a Roger Federer. Ieri a Eastbourne ha colpito per il suo tennis serve & volley l’americano di origine francese Maxime Cressy che ha lasciato solo quattro game al re del servizio, il connazionale Reilly Opelka, testa di serie n° 5. Quest’ultimo non è stato l’unico tra i favoriti a cadere perché anche un altro tennista Usa, Frances Tiafoe, n° 7 del seeding, ha lasciato strada al kazako Alexander Bublik, come sempre capace di tutto e del contrario. Vinto il secondo set al tie-break Bublik ha travolto Tiafoe nel terzo set lasciandolo a secco di game (6-0). Oggi il pubblico di casa attende le prove di alcuni dei suoi beniamini. Daniel Evans troverà il mancino francese Adrian Mannarino, in grado di offrire un buon tennis sui prati, mentre la wild card Ryan Peniston, che ha fatto bene al Queen’s, cercherà di mettere in difficoltà il giovane danese Holger Rune, n° 8 del draw e ancora alla ricerca dei giusti meccanismi su una superficie da lui poco conosciuta. In programma anche il derby spagnolo Davidovich Fokina – Martinez, Humbert – Monteiro e F.Cerundolo – Paul.

di redazione