A WIMBLEDON ACCOPPIAMENTI OSTICI PER GLI AZZURRI

Il primo atto di Wimbledon 2022 si è compiuto con il sorteggio dei tabelloni principali nei quali saranno in totale 11 gli azzurri in gioco, sei nel maschile e cinque nel femminile. Iniziamo dagli uomini. Berrettini a parte le altre due teste di serie italiane rispondono ai nomi di Jannik Sinner (10) e Lorenzo Sonego (28). L’altoatesino, sconfitto subito a Eastbourne, è a corto di match sulla sui prati, nel 2022 e in assoluto, ed esordirà contro una wild card “pesante”, ovvero Stan Wawrinka. Lo svizzero non è più quello capace di vincere tre titoli Slam ma è sempre in grado sull’incontro secco di mettere in difficoltà chiunque. Con Sinner ha vinto in entrambe le occasioni di confronto, datate 2019, agli US Open nel 1° turno e ad Anversa, in semifinale. Wimbledon è l’unico Slam che l’elvetico non ha vinto ma è arrivato per due volte nei quarti (2014 e 2015). Lorenzo Sonego ritroverà a poca distanza dall’ultima sfida l’americano Denis Kudla, che lo ha estromesso dal draw del Queen’s dopo averlo già battuto in stagione nel Masters 1000 di Miami, al termine di due confronti equilibrati nei quali il torinese ha comunque avuto le chance per vincere; Fabio Fognini, al rientro dopo uno stop per infortunio, troverà l’olandese Tallon Griekspoor, n° 53 ATP e a segno nell’unico precedente andato in scena a gennaio nel primo turno degli Australian Open. In caso di vittoria per il ligure si profilerebbe un possibile secondo turno contro Sinner. Per Lorenzo Musetti, altro giocatore che rientra dopo un piccolo infortunio muscolare, ci sarà Taylor Fritz, testa di serie n° 11 e tornato ad esprimersi a buoni livelli come ha dimostrato questa settimana sull’erba di Eastbourne. Per il qualificato Andrea Vavassori, invece, testa a testa arduo ma non impossibile (se il torinese servirà bene) contro l’americano Tiafoe. In campo femminile Jasmine Paolini dovrà inventare qualcosa di importante per fermare la ceca Petra Kvitova, due volte trionfatrice a Wimbledon e oggi in finale a Eastbourne nel WTA 500. Sarà derby tra Martina Trevisan ed Elisabetta Cocciaretto, entrambe specialiste del rosso e chiamate alla prova sull’inedita erba. Per la 23enne Lucia Bronzetti ci sarà invece l’americana Li. La riminese, alle prime esperienze Slam, dovrà servire bene e usare il back di rovescio per incrementare l’efficacia dei suoi schemi sui prati, ancora poco conosciuti come ha testimoniato la sfida persa nettamente questa settimana a Bad Homburg contro un’esperta del settore, Angelique Kerber. Guida la lista delle presenti l’indiscussa numero uno del mondo Iga Swiatek che esordirà contro la croata Jana Fett. L’estone Anett Kontaveit, n° 2 del draw, troverà in prima battuta l’americana di origine croata Bernarda Pera.  

di redazione