KVITOVA E GARCIA, VITTORIE “ANTICHE”

Nel primo “media day” di Wimbledon 2022 ha parlato Serena Williams che ha detto di aver preso la decisione di partecipare al terzo slam stagionale prima del Roland Garros: “Eastbourne è stata una bella esperienza, forse avrei anche potuto giocare in singolare. Mi sono sentita più preparata di quanto pensassi. Essere tornata in campo mi ha dato grande soddisfazione, mi sono divertita”.
Nei tornei WTA chiusi ieri, tempo di ritorni ad alto livello per due esperte protagoniste del circuito. Nel 500 di Eastbourne ha infatti conquistato il trofeo la 32enne ceca Petra Kvitova che ha superato nettamente (6-3 6-2) la campionessa in carica, Jelena Ostapenko, 25enne di Riga: “Sono molto felice – ha detto al termine Petra Kvitova – per questa affermazione, una prima volta per la sottoscritta. L’erba è la mia superficie preferita e oggi sono stata efficace in ogni sezione del mio gioco. Complimenti a Jelena, che cercava il bis dopo la vittoria della scorsa stagione. Cedere in finale non è mai bello ma ha dimostrato durante l’intera settimana di essere una giocatrice di gran livello”. Kvitova, al trionfo n° 29 in carriera e primo del 2022, sarà dunque una delle outsider di lusso a Wimbledon, Slam che ha già vinto nel 2011 e nel 2014. Al 1° turno troverà Jasmine Paolini. Nel 250 di Bad Homburg affermazione in rimonta di Caroline Garcia, dopo 2 ore e 42 minuti, (6-7 6-4 6-4) contro la canadese Bianca Andreescu. La francese, ex n° 4 del ranking di singolare e ottima doppista non vinceva un titolo dal 2019 quando riuscì a farlo sempre sull’erba, ma di Nottingham.

di redazione