NADAL VINCE MA LA SEMIFINALE E’ A RISCHIO

Una vittoria, quella di Nadal ieri a Wimbledon nei quarti di finale, per molti aspetti epica. L’ha ottenuta alla soglia delle 4 ore e trenta minuti di gioco, sul Centre Court e contro Taylor Fritz che è apparso per molti aspetti spaesato al cospetto del mito, ancora una volta ferito nel fisico a causa di un problema agli addominali, tutto da verificare. Lo spagnolo ha lottato, con se stesso e anche alcuni componenti del suo clan, padre e sorella in testa che avrebbero voluto un suo ritiro: “Ci ho provato fino alla fine – ha detto Rafa in conferenza stampa – perchè odio ritirarmi. Ho soltanto provato a rimanere nel match e ci sono riuscito. Sono orgoglioso del mio spirito combattivo e del fatto di essere rimasto in campo. Sono situazioni già vissute in passato con le quali ho imparato a convivere. Ora dovremo verificare l’entità del danno”. La partecipazione alla semifinale di domani, contro Nick Kyrgios che ha battuto in tre set il cileno Garin appare quantomeno a rischio. Per la cronaca Nadal si è imposto per 3-6 7-5 3-6 7-5 7-6 (4). Fritz ha sbagliato molto e non ha capito che avrebbe dovuto aggredire di più la seconda palla del campione di Manacor sul servizio. La velocità era ovviamente ridotta rispetto al solito ma l’americano non ha saputo capitalizzare l’occasione. Nadal sarà in campo domani? Non lo so, davvero. Non posso dare una risposta esaustiva, perché se vi dicessi qualcosa di chiaro e domani dovessero succedere altre cose, vi mentirei (sorride). Se avessi già deciso che cosa fare, non sarei certo qui a fare uno show e dire qualcosa che il giorno dopo sarebbe il contrario. Se sono qui è perché sono onesto e non ho ancora deciso niente. Alla fine è un argomento persino più importante di Wimbledon, riguarda la salute. Vedremo come andrà”.

di redazione