MONFILS SOFFRE DI TALLONITE. HURKACZ AVANTI TUTTA A MONTREAL, DOVE TROVERA’ RUUD

I primi esami cui si è sottoposto Gael Monfils, costretto al ritiro sul 2-0 del secondo set nel 3° turno del Masters 1000 di Montreal, contro Draper, non sono incoraggianti. Il problema al tallone destro permane e il miglior francese nel ranking (20 ATP) rischia di saltare anche gli US Open dopo Wimbledon e il Roland Garros. Si è aperto uno spiraglio per Novak Djokovic (che si è cancellato da Cincinnati) in ottica Slam sul suolo americano. Il serbo che, contando Cincinnati, quest’anno ha saltato ben 4 grandi eventi tra Slam e Master 1000 per la scelta di non vaccinarsi, potrebbe entrare negli Stati Uniti se il Centers for Disease Control and Prevention (CDC), aggiornerà in tempo le regole sulle restrizioni di viaggio sulla scorta delle nuove linee guida generali emesse ieri. Il torneo canadese al maschile ha messo in campo ieri e nella notte italiana i quarti. I primi a scendere in campo sul centrale sono stati il polacco Hubert Hurkacz e l’australiano Nick Kyrgios. Hurkacz ha domato l’estro del rivale nel primo set, vincendolo al tie-break per 7 punti a 4. Tie-break anche nel secondo, questa volta vinto dal tennista “aussie” che ha però ceduto, mentalmente e fisicamente, nella frazione finale interrompendo la serie positiva di nove match vinti. Ha vinto e dominato anche il norvegese Ruud, che ha concesso solo tre giochi al tennista di casa Auger Aliassime. Sarà il nordico l’avversario di semifinale di Hurkacz.

di redazione