GIGANTE E’ NEI QUARTI A PRAGA

Con un tennis incisivo e sicuro, di grande qualità, Matteo Gigante si qualifica per i quarti di finale del “IBG Prague Open by Moneta Money Bank”, ATP Challenger (montepremi di 32.160 euro) in corso sui campi in terra battuta della capitale della Repubblica Ceca. Il 20enne romano, n.269 nel ranking ATP e testa di serie n.1 del torneo, ha sconfitto nettamente il qualificato ceco Michael Vrbensky (n.399 ATP) col punteggio di 62 63 in 72 minuti di partita. Il primo confronto diretto contro il 22enne di Nymburk è stato ben gestito dal laziale, soprattuto grazie ad un buon rendimento con la seconda di servizio e con le sua traiettorie mancine (soprattutto col rovescio cross) che hanno spesso preso in contro piede l’avversario.  Nel primo set Matteo allunga nel terzo game, sfruttando la terza palla break, quindi strappa per la seconda volta il turno di battuta al ceco al settimo gioco, chiudendo il parziale per 6-2. L’azzurro scappa in vantaggio all’avvio del secondo set, difende la prima palla break nel quarto game e strappa ancora il turno di servizio a Vrbensky portandosi 5-2. Servendo per il match arriva l’unico momento di distrazione dell’azzurro, commette un doppio fallo e cede il turno di servizio. È solo un attimo: spinge in risposta, mette pressione al tennista locale e chiude il match per 6 giochi a 3.   Nei quarti di finale Gigante trova il tedesco Lucas Gerch (n.384 nel ranking), è una sfida inedita tra l’azzurro è il 27enne di Berlino. Si è fermato a un passo dal main draw l’altro italiano presente a Praga, Francesco Forti. Il 23enne di Cesena, n.452 nel ranking e accreditato della testa di serie n.8 del tabellone cadetto, dopo aver sconfitto nel primo incontro di “quali” la wild card locale Jakub Nicod è stato battuto nel match decisivo dall’uruguaiano Martin Cuevas (n.415 al mondo, sesto nel seeding di qualificazioni) col punteggio di 64 36 63. Il torneo di Praga è alla seconda edizione. Il campione in carica è Franco Agamenone, quest’anno non al via. 

di redazione