A BUDAPEST FUORI DAI GIOCHI ANCHE PAOLINI E COCCIARETTO

Esordio amaro per Jasmine Paolini nel “Budapest Open 125”, torneo WTA 125k dotato di 115mila dollari di montepremi che si sta disputando sui campi in terra battuta della capitale ungherese. La 26enne di Castelnuovo di Garfagnana, n.75 WTA e terza favorita del seeding, reduce dai quarti nel Wta di Portoroz (dove la scorsa settimana non è riuscita a confermare il titolo conquistato nel 2021), è stata battuta in rimonta per 46 60 62, dopo oltre due ore di lotta, dalla bulgara Viktoriya Tomova, n.109 del ranking. Tra la tennista toscana e la 27enne di Sofia non c’erano precedenti. Partenza decisa di Jasmine che grazie ad un break messo a segno in un interminabile sesto gioco (durato 20 punti) e difeso poi con autorità è volata 5-2. La bulgara, che nell’ottavo game ha salvato due set-point, si è rifatta pericolosamente sotto dopo aver messo a segno il contro-break (5-4) ma l’azzurra ha archiviato il primo set (6-4) alla terza palla utile, la quinta complessiva. In avvio di secondo parziale il match è completamente cambiato, complice un calo fisico di Paolini: la tennista toscana, subìto il break in avvio, ha mancato quattro opportunità per riprenderselo immediatamente ed ha finito per incassare un “bagel” (6-0) dalla sua avversaria. Nella frazione decisiva Paolini ha ceduto in primi due turni di battuta permettendo alla bulgara di allungare a nove giochi la striscia positiva (3-0): è riuscita ad interromperla proprio grazie ad un break (3-1) ma il servizio l’ha mollata definitivamente tanto che ha conquistato l’unico altro game dell’incontro proprio con Tomova alla battuta (4-2).E la 27enne di Sofia ha finito per chiudere 6-2, dopo aver salvato una palla-break, al secondo match-point. Fuori anche Elisabetta Cocciaretto. La 21enne di Fermo, n.96 WTA, non particolarmente fortunata nel sorteggio, è stata sconfitta 62 62, in poco meno di un’ora e un quarto di gioco, dalla “padrona di casa” Anna Bondar,  n.52 WTA e seconda testa di serie del torneo. La loro prima sfida si è messa subito male per la marchigiana che ha ceduto la battuta nel terzo e nel quinto gioco permettendo alla 25enne ungherese di Szghalom di volare sul 5-1 e di incamerare poi il primo set per 6-2 dopo aver annullato le prime tre palle-break concesse nel parziale. Nella seconda frazione per due volte Bondar ha preso un break di vantaggio e per altrettante Cocciaretto se lo è ripreso (2-2). Da lì in avanti, però, la magiara ha rotto gli indugi, si è aggiudicata tutti gli ultimi quattro game ed ha chiuso 6-2.

di redazione e sito www.federtennis.it